COSTRUZIONE DI UNA PARTE BASE LUNA: 1

L'umanità ha bisogno di trovare un nuovo pianeta da colonizzare: inizia con la Luna

L'attività umana ha costantemente modellato il futuro del nostro pianeta. La fine catastrofica del pianeta terra viene affrettata dall'umanità mentre continuiamo a divorare le risorse del pianeta a tassi insostenibili. Di conseguenza, l'esplosione demografica in corso che porta all'inevitabile carenza di cibo e acqua e all'inquinamento in costante aumento sembrano certamente comportare rischi esistenziali per l'umanità nel prossimo futuro.

Secondo Stephen Hawking, dobbiamo scappare da questo fragile pianeta se vogliamo sopravvivere. Il noto fisico teorico è arrivato al punto di dare all'umanità una scadenza per trovare un altro pianeta da colonizzare: abbiamo 1.000 anni.

“Sebbene la possibilità di un disastro sul pianeta Terra in un determinato anno possa essere piuttosto bassa, si aggiunge nel tempo e diventa quasi una certezza nei prossimi mille o diecimila anni. A quel punto avremmo dovuto diffonderci nello spazio e in altre stelle, quindi un disastro sulla Terra non avrebbe significato la fine della razza umana. "

Bene, dobbiamo scappare dal pianeta Terra, ma come possiamo iniziare?

Quindi dove dovremmo andare, e per questo, abbiamo un paio di candidati come Marte, Titano e altri pianeti nel vicino sistema solare, ma la dura realtà è che non siamo tecnologicamente avanzati per arrivarci, non ancora. Sì, possiamo sicuramente sbarcare rover e lander su Marte e lune di Saturno, ma costruire città e inviare esseri umani è al di là delle nostre capacità.

Quindi sì, se vogliamo iniziare oggi dove dovremmo andare e cosa è veramente alla nostra portata. La risposta è la LUNA. La distanza tra la luna e la terra è circa 1400 volte più piccola di quella della terra e di Marte. E sappiamo che possiamo mandare umani lì, come abbiamo già realizzato negli anni '60, con le missioni Appolo. Quindi sì, è sicuramente nelle nostre capacità tecnologiche. Quindi, se è possibile, perché non ne abbiamo ancora costruito uno? La risposta sta nella POLITICA.

Negli anni '60, quando gli Stati Uniti erano in corsa nello spazio con la Russia, il bilancio della NASA era salito alle stelle a circa il 5% del bilancio federale degli Stati Uniti, il che ha permesso alla NASA di compiere il suo compito. Dopo che la NASA di Appollo aveva pianificato di costruire basi sulla luna, realizzare diverse stazioni spaziali e continuare su MARS. Avremmo potuto essere sul Pianeta Rosso 30 anni fa, nello stesso momento in cui uscì Walkman. Ma sappiamo tutti che non è successo. Il prossimo presidente ha ridotto il budget della NASA dal 5% a un mero 1%. Ciò ha costretto la NASA ad abbandonare tutti i suoi piani e concentrarsi sulle Orbite della Terra a basso costo da fare ed è così che è nato il programma Space Shuttle e da allora non siamo più tornati nello spazio. Da allora numerosi governi hanno avviato progetti per tornare sulla luna, ma non appena il governo cambia, sposta l'attenzione della NASA su altri progetti, e quindi quando la NASA inizia a lavorare sul progetto, il prossimo presidente assegna la NASA per andare al di nuovo luna.

Tutto ciò ha impedito alla NASA di costruire una base lunare fino ad ora, ma immaginiamo che l'umanità voglia costruire una base lunare oggi, e quindi la domanda è: come ne costruiremmo una e quali saranno i benefici?

Vorrei iniziare rispondendo a quest'ultimo, i vantaggi della costruzione di una base lunare sono immensi, in primo luogo fungerebbe da porta per il sistema solare esterno e oltre, poiché la gravità è circa un sesto di ciò che è sulla terra, che significa che una maggiore quantità di carico può essere sollevata con meno carburante, e quindi sarebbe sostanzialmente più economica. E poiché l'acqua è presente sulla luna sotto forma di ghiaccio, che può essere suddiviso in idrogeno e ossigeno e quindi può essere usato come combustibile per missili. Quindi la base lunare potrebbe fungere da stazione di rifornimento per le missioni nel sistema solare esterno. I nostri sforzi su Marte potrebbero iniziare dalla Luna.

In secondo luogo, la luna è un deposito di minerali ricchi come titanio, platino, uranio e oro che possono essere facilmente estratti dalla superficie e quindi possono essere esportati sulla terra. Grandi asteroidi potrebbero essere trascinati nell'orbita della luna e quindi essere estratti. Moon è anche ricco di elio-3, un carburante di cui ho parlato in The Fuel of The Future. L'elio-3 è un isotopo dell'elio e può essere usato come combustibile per fornire energia libera alla terra.

Nel complesso, questa sarebbe la più grande impresa umanistica e le stime attuali della NASA dicono che tutto ciò potrebbe essere fatto in circa 10 anni con una spesa totale di circa 50 miliardi di dollari e, al confronto, la Stazione Spaziale Internazionale ha un costo di circa 100 miliardi di dollari! La base è relativamente economica almeno sulla carta e i suoi benefici sono davvero immensi. Successivamente, vedremo come tutto questo sarebbe fatto.

Continua…….

Cosa ne pensi, dovremmo costruire una base lunare? Applauso se pensi di si. E assicurati di seguirmi!