Cannonball Pulsar si fa strada nello spazio

Gli astronomi hanno osservato una pulsar che viaggia attraverso lo spazio a velocità immense dopo un potente "calcio da una massiccia esplosione di supernova.

Le osservazioni usando la Very Large Array (arancione) rivelano la scia di aghi della pulsar J0002 + 6216 al di fuori del guscio del suo residuo di supernova, mostrato in un'immagine del Canadian Galactic Plane Survey. La pulsar fuggì dal residuo circa 5.000 anni dopo l'esplosione della supernova (Jayanne English, University of Manitoba; F. Schinzel et al .; NRAO / AUI / NSF; DRAO / Canadian Galactic Plane Survey; e NASA / IRAS).

Gli astronomi hanno usato i telescopi Very Large Array (VLA) per trovare una pulsar che accelera lontano dal suo presunto luogo di nascita a circa 700 miglia al secondo, con la sua traccia che punta direttamente al centro di un guscio di detriti dall'esplosione della supernova che l'ha creata.

La scoperta fornisce nuove intuizioni vitali su come le pulsar - stelle di neutroni superdense rimaste dopo l'esplosione di una stella massiccia - possano ottenere un aumento di velocità dall'esplosione.

Frank Schinzel, del National Radio Astronomy Observatory (NRAO), afferma: “Questa pulsar è completamente sfuggita al residuo di detriti dall'esplosione della supernova.

"È molto raro che una pulsar abbia abbastanza di un calcio da farci vedere."

La pulsar, soprannominata PSR J0002 + 6216, a circa 6.500 anni luce dalla Terra, è stata scoperta nel 2017 da un progetto di scienza dei cittadini chiamato Einstein @ Home - che utilizza il tempo del computer donato da volontari per analizzare i dati del telescopio spaziale Fermi Gamma della NASA . Finora, utilizzando oltre 10.000 anni di tempo di elaborazione, il progetto ha scoperto un totale di 23 pulsar.

Le osservazioni radio con il VLA mostrano chiaramente la pulsar all'esterno del residuo di supernova, con una coda di particelle sconvolte ed energia magnetica lunga circa 13 anni luce. La coda punta di nuovo verso il centro del residuo di supernova: la pulsar è ora a 53 anni luce dal centro dell'esplosione.

Matthew Kerr, del Naval Research Laboratory (NRAO), afferma: "Misurare il movimento della pulsar e rintracciarlo all'indietro mostra che è nato al centro del residuo, dove è avvenuta l'esplosione della supernova."

Dale Frail, uno dei colleghi di Kerr alla NRAO, aggiunge: "I detriti di esplosione nel residuo della supernova, originariamente si espandono più velocemente del movimento della pulsar.

"Tuttavia, i detriti sono stati rallentati dal suo incontro con il materiale tenue nello spazio interstellare, quindi la pulsar è stata in grado di raggiungerlo e superarlo."

Gli astronomi affermano che la pulsar ha raggiunto il guscio 5.000 anni dopo l'esplosione. Il sistema è attualmente 10.000 anni dopo l'esplosione, come lo vediamo.

Rispetto alle precedenti osservazioni, la velocità della pulsar di quasi 700 miglia al secondo è davvero molto alta - la velocità pulsar media solo di circa 150 miglia al secondo. Frail afferma che come conseguenza della sua velocità la pulsar alla fine sfuggirà alla nostra galassia - la Via Lattea.

Gli astronomi sanno da tempo che le pulsar prendono un calcio quando nascono in esplosioni di supernova, ma non sono ancora sicuri di come ciò accada.

Come sottolinea Frail: “Sono stati proposti numerosi meccanismi per produrre il calcio. Quello che vediamo in PSR J0002 + 6216 supporta l'idea che le instabilità idrodinamiche nell'esplosione della supernova sono responsabili dell'alta velocità di questa pulsar. ”

Schinzel ritiene che questa scoperta indichi un futuro entusiasmante per la ricerca di oggetti simili e le loro origini: “Abbiamo più lavoro da fare per comprendere appieno cosa sta succedendo con questa pulsar e sta fornendo un'eccellente opportunità per migliorare la nostra conoscenza delle esplosioni e delle pulsar della supernova “.