Hip Science Media ha un problema di essenzialismo di genere

Spermatozoi di coniglio (figg. 1-4) e cane (figg. 5-8). Woodcut Observationes de natis e semine genitali animalculis Transazioni filosofiche Leeuwenhoek, Anthony van Pubblicato: 1677

Quando confondiamo cose come "sperma" con "uomini", cancelliamo la comunità trans e perpetuiamo la cattiva scienza.

Questo settembre, GQ ha pubblicato un pezzo sul tema della riduzione del numero di spermatozoi, con il titolo piuttosto presuntuoso "Sperm Count Zero". In tutto il pezzo l'autore, Daniel Noah Halpern, chiede agli scienziati di prendere dati di studio sui conteggi di spermatozoi ed estrapolare ciò che ciò significa per gli uomini. Comincia il pezzo con una premessa di base, che è che gli uomini sono per definizione persone che producono lo sperma e che l'essenzialismo di genere infetta tutto ciò che riguarda il pezzo.

La lettura mi ha ricordato che mentre la comprensione della scienza è profondamente e profondamente importante, dopo che la scuola è stata completata la maggior parte di noi sta ottenendo le nostre conoscenze scientifiche non dagli scienziati, ma dai giornalisti scientifici. E il signor Halpern di GQ non è l'unico giornalista a riempire i suoi articoli di essenzialismo di genere. In effetti, i media scientifici nel loro insieme hanno un enorme problema di essenzialismo di genere. Questo problema è tanto diffuso nei nuovi media quanto nei vecchi, altrettanto probabile che si manifesti nelle pubblicazioni alla moda come in qualsiasi altro luogo, e ha enormi implicazioni per il modo in cui intendiamo il sesso e il genere come società.

La fusione tra sesso e genere, e l'uso dell'essenzialismo di genere e del sessismo diretto nella scrittura scientifica, contribuiscono a una cultura generale in cui è facile supporre che lo sperma sia ciò che rende un uomo, che le vagine siano ciò che rende una donna, e che gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere. Mescolare l'essenzialismo di genere con la scienza sembra dare più peso all'essenzialismo di genere e credibilità, consentendo di prendere in considerazione idee bigotte sul genere senza essere sfidate.

L'essenzialismo di genere è così radicato nel modo in cui parliamo di scienza, che a meno che tu non lo stia cercando, può essere difficile persino notarlo. Si presenta nei documentari sulla natura, quando i narratori spesso usano un linguaggio fortemente di genere per descrivere il comportamento degli animali (adoro David Attenborough, ma ogni volta che narra il corteggiamento animale è una cosa irrilevante). Qui c'è anche molto di più del semplice sessismo.

Mescolare l'essenzialismo di genere con la scienza sembra dare più peso e credibilità all'essenzialismo di genere

Per comprendere i problemi di sesso e genere in gioco nei media scientifici, è importante comprendere i termini. In generale, il sesso biologico è definito da una combinazione di tratti fisici come cromosomi, genitali, ormoni e caratteristiche sessuali secondarie (questo include cose come la barba o meno). Tali tratti vengono utilizzati per raggruppare una persona o un animale in una categoria come maschio, femmina o intersessuale. Il genere è materiale sociale e culturale che è spesso, ma non sempre, legato al sesso. La versione semplificata del sesso e del genere che la maggior parte di noi impara quando iniziamo a scavare nelle questioni di genere è che il sesso è fisico, ma il genere è un costrutto sociale, o "il sesso è ciò che è tra le tue gambe, il genere è ciò che è nel tuo cuore". La verità risulta essere un po 'più complicata di così. Per anni gli attivisti transgender hanno sottolineato che il modo in cui definiamo il sesso è anche socialmente costruito, e come questo filo di Twitter di uno scienziato così splendidamente illustrato, le due categorie principali di maschio e femmina non sono certo il modo migliore per classificare le persone.

Tutto ciò è facile da confondere con il concetto scientifico di riproduzione sessuale, che è solo una forma di riproduzione che utilizza due cellule per creare un nuovo organismo. Molti organismi si riproducono sessualmente in modi che non assomigliano per niente al sistema dei "due sessi" che ci aspettiamo. Ad esempio, molte lumache trasportano cellule sessuali sia maschili che femminili e durante l'accoppiamento si fertilizzano a vicenda. Tuttavia, quando gli umani guardano il mondo animale, sembra che abbiamo una tendenza a interpretare in un modo che lo rende un po 'più umano, e quindi un po' più di genere. Non posso esagerare abbastanza che si tratti di umani che aggiungono i nostri pregiudizi culturali ai dati che di solito non sono conformi a loro. Gli stessi scienziati non sono immuni a questo, ma gli scrittori di scienze, nel loro tentativo di rendere i dati riferibili e interessanti per il pubblico, li portano ancora oltre. Come giornalisti, hanno la responsabilità di trasmettere le informazioni in modo accurato e di tentare di controllare i loro pregiudizi alla porta, ma spesso confondono sesso e genere, ricadono su ipotesi sessiste su sesso e genere e semplificano così tanto il concetto di sesso come renderlo impreciso.

Quando gli scrittori (e in una certa misura gli stessi scienziati) cercano metafore per descrivere informazioni scientifiche, spesso si basano su ipotesi di genere. Il modo in cui parliamo di sperma ne è un classico esempio; tendiamo a vedere lo sperma come aggressivo e maschile quando sono, in realtà, solo piccole cellule. Tendiamo anche a supporre che la produzione di sperma sia per gli uomini, quando in realtà non tutti gli uomini producono spermatozoi e non tutte le persone che producono spermatozoi sono uomini. Il popolare blog scientifico IFL Science ha pubblicato un articolo intitolato "Why Do Men Exist" che, senza alcuna sorpresa, chiedeva in particolare di uomini che producono sperma cisgender. Altri titoli IFL vincenti includono cose come "Soffrire di influenza non attraente, conferma la scienza". Come uomo transgender e nerd scientifico, leggere questi articoli può essere qualsiasi cosa, da leggermente divertente a incredibilmente irritante, come la maggior parte delle volte, lo sono non inclusi nella loro definizione di "uomo".

Quando gli umani guardano il mondo animale, sembra che abbiamo una tendenza a interpretare in un modo che lo rende un po 'più umano, e quindi un po' più di genere

Questo essenzialismo di genere può essere trovato a tutti i livelli di rapporti scientifici. Lo spettacolo del WNYC Radiolab ha vinto un National Academies Communication Award "per il loro uso investigativo della radio per rendere la scienza accessibile a un vasto pubblico" e il suo approccio unico alla condivisione delle conoscenze scientifiche lo ha reso un ottimo modo per le persone, me incluso, di interessarsi nella scienza da adulti. Data la sua posizione di radiofrequenza e podcast fantastici e bizzarri, potresti aspettarti uno sguardo più profondo e più accurato sui problemi del sesso biologico e uno più progressivo sui problemi di genere. Tuttavia, nel loro episodio del 2008 sugli spermatozoi, chiamato semplicemente Sperm, Robert Krulwich, co-conduttore, si riferiva agli spermatozoi come "le cellule ondulate che, insieme alla calvizie maschile, sembrano descrivere tutto ciò che devi sapere sull'essere un uomo". pensare che equiparare una singola cellula all'intero concetto di virilità sarebbe offensivo non solo per gli uomini trans, ma per tutti, ma il tema è persistito durante l'intero episodio.

Ero cautamente ottimista quando Radiolab annunciò una nuova serie di episodi sulla riproduzione e sul corpo umano, tutti sotto il titolo di "Gonads". I sei episodi promettevano un resoconto approfondito del produttore Molly Webster, e il nome suggeriva un riconoscimento dell'ambiguità tra i sessi. Il primo episodio, purtroppo, offriva più della stessa semplificazione ed essenzialismo che mi sarei aspettato. Nel descrivere il viaggio primordiale delle cellule delle gonadi stesse, non vi è mai stata alcuna indicazione che ci fosse un possibile risultato diverso dai testicoli, che renderebbe il feto un ragazzo o le ovaie, che lo renderebbero una ragazza. Anche se le condizioni intersessuali sono comuni come i capelli rossi e hanno tutto a che fare con lo sviluppo di un feto, sono state escluse dalla conversazione sullo sviluppo fetale. Più tardi nella serie, quando, in tutta onestà, fu data una presa leggermente più sfumata e complessa, il sesso era ancora presentato come un binario, ed era ancora scontato che il semplice fatto di avere le ovaie si sarebbe identificato come una ragazza. Un episodio ha caratterizzato una lunga intervista con Dana Zzyym, che è intersessuale, e quell'intervista è stata gestita con sensibilità ... ma ciò non ha annullato il dilagante essenzialismo di genere della serie nel suo insieme. In un episodio separato, le variazioni cromosomiche al di fuori di XX e XY sono state chiamate casualmente "aberrazioni".

Gli autori di scienze spesso devono semplificare grandi problemi complessi come il sesso e il genere al fine di spiegare la scienza al grande pubblico. Il problema è che queste omissioni, metafore sessiste e ipotesi dell'essenzialista di genere sono ovunque e si sommano. E non accadono nel vuoto. In questo momento le persone transgender sono più visibili che mai, ma con quella visibilità arriva un'opposizione molto vocale e spesso pericolosa. I transfobi vogliono essere in grado di indicare la scienza e dire "guarda, ci sono solo due sessi!" E "avere un pene ti rende un ragazzo, è così che funziona". La scienza in realtà non supporta affatto il loro bigottismo ( in realtà, conferma che sia la determinazione del genere che quella del sesso sono estremamente varie), ma la scrittura scientifica lo fa sembrare come se lo fosse. Come abbiamo visto con i cambiamenti climatici e i problemi con i vaccini in questo paese, ciò che la scienza attuale dice spesso ha un impatto minore rispetto all'opinione pubblica.

Ma non limitarti a crederci, c'è stato anche uno studio che mostra che il bigottismo contro le persone trans è alimentato da informazioni "scientifiche" che sembrano sostenere che uomini e donne siano in qualche modo collegati in modo diverso.

Il problema è che queste omissioni, metafore sessiste e ipotesi dell'essenzialista di genere sono ovunque e si sommano.

Quindi cosa si può fare? Bene, gli scrittori di scienze possono stare attenti agli standard giornalistici ed evitare di estrapolare i dati di studio basati sui loro presupposti di genere, per uno. Potremmo anche essere tutti un po 'più diretti e dire cosa intendiamo quando discutiamo di cose come la riproduzione. Se stiamo parlando di persone che hanno i testicoli, possiamo facilmente dire "persone con testicoli" anziché "uomini", ad esempio. Abbiamo bisogno di una scrittura scientifica che non abbia paura di scavare in quella complessità, perché è lì che si trova la vera storia.

Di nuovo a GQ, Halpern è caduto proprio nelle assunzioni standard dell'essenzialista, anche riferendosi agli uomini cisgender con testosterone più basso come "meno maschi". Ho letto l'intero articolo con la bocca aperta non tanto per lo shock, ma per lo stupore che un singolo articolo poteva incapsulare così perfettamente tutto ciò che avevo odiato della scrittura scientifica. Attraverso tutta la mano che si contorce sulla caduta del numero di spermatozoi corre un infinito commento sugli uomini, e non deve dirlo per farmi sapere che non sono incluso. Alla fine dell'articolo, offre alcuni potenziali scenari per la specie. O il numero di spermatozoi scenderà così in basso che ci estingueremo, diventeremo completamente dipendenti dai trattamenti per la fertilità da riprodurre, o scopriremo come rimanere incinta usando cellule staminali che sono state convertite in spermatozoi “non c'è bisogno di alcun maschi."

Non sorprende, è abbastanza chiaro che Halpern pensa che lo scenario finale sarebbe il peggiore di tutti.