Il veicolo spaziale Orion della NASA è più vicino alla sua prima missione lunare

Costruito per contenere le persone, il veicolo spaziale Orion della NASA è un passo avanti verso la sua prima missione di volare intorno alla luna e ritorno, secondo un recente annuncio dell'Agenzia spaziale europea (ESA).

L'ESA ha dichiarato che il loro modulo di servizio europeo, che sarà utilizzato per alimentare e spingere il veicolo spaziale Orion, sarà spedito questa settimana da Brema, Germania, negli Stati Uniti su un aereo Antonov An-124. Partirà nelle prime ore del 5 novembre e arriverà al Kennedy Space Center in Florida il 6 novembre.

L'ESM, progettato in Italia e in Germania, è una parte europea vitale dell'ambizioso Space Launch System o SLS della NASA; la parte spaziale Orion di SLS è stata costruita per riportare gli astronauti sulla luna per la prima volta dagli anni '70.

Il modulo di servizio europeo manterrà il carburante in grandi serbatoi, oltre all'acqua, all'ossigeno e all'azoto per i passeggeri, mentre i radiatori e gli scambiatori di calore contribuiranno a mantenere il modulo a temperature adeguate.

Il modulo stesso sembra il veicolo di trasferimento automatizzato dell'ESA, che è stato utilizzato per portare forniture alla Stazione Spaziale Internazionale. La struttura è la pietra angolare dell'intero veicolo, simile al telaio di un'auto.

Tre tipi di motori saranno utilizzati per spingere Orion durante le sue avventure e può far girare l'astronave in tutte le direzioni. Airbus Defence and Space costruirà il modulo e molte altre società in Europa forniranno anche parti.

Questo segna la prima volta che un sistema costruito in Europa funzionerà come un elemento vitale per alimentare un veicolo spaziale americano. Il motivo è principalmente dovuto al programma esistente di veicoli a trasferimento automatico dell'ESA.

Quindi cosa viene dopo?

Una volta arrivato al Kennedy Space Center, l'European Service Module sarà collegato al modulo dell'equipaggio di Orion e al suo adattatore per prepararsi a Exploration Mission-1. Questa missione è pianificata come un volo di prova iniziale senza equipaggio che viaggerà più lontano nello spazio di qualsiasi altro veicolo spaziale classificato come umano abbia mai volato prima. Questa missione dovrebbe essere lanciata nel 2020.

È in fase di sviluppo anche un secondo modulo di servizio europeo, simile al primo. Questo sarà in grado di trasportare un equipaggio umano in un viaggio intorno alla luna. Tutta questa attività si sta avvicinando ai lanci con componenti del Gateway - un avamposto pianificato tendenzialmente umano in orbita lunare progettato per essere utilizzato sia per l'esplorazione umana che robotica della luna.

Orion è la capsula con equipaggio dello Space Launch System della NASA, che, una volta terminato, sarà il razzo più potente mai realizzato. Sarà in grado di riportare gli astronauti sulla luna e le versioni più avanzate di SLS saranno in grado di trasportare gli astronauti ancora più in profondità nello spazio, persino su Marte.

Come i dettagli del sito web della missione, dopo il primo volo, il passo successivo è iniziare a inviare le persone in audaci missioni sulla luna e oltre. Mentre SLS evolve nel corso delle future missioni verso la sistemazione senza precedenti di massa e volume del carico utile e prestazioni senza rivali, il razzo consentirà alla NASA di inviare missioni nello spazio profondo e raggiungere destinazioni distanti più velocemente che mai.

Inoltre, nella sua seconda missione che trasportava Orione e gli astronauti, Exploration Mission-2, SLS invierà Orion e il suo equipaggio più lontano di quanto gli umani abbiano percorso prima di circa 250.000 miglia dalla Terra, 10.000 miglia oltre la luna.

Riassumendo, la consegna dell'European Service Module è un altro passo verso il primo lancio del veicolo spaziale Orion della NASA - parte dello Space Launch System - che è costruito per riportare gli astronauti sulla luna per la prima volta dagli anni '70. Le missioni umane sulla luna sono ancora lontane, ma il primo lancio di Orion sarà un significativo passo avanti.

Ulteriori informazioni su Asgardia.Space