I social media non ti rendono depresso e solo

Perché tagliare Facebook, Instagram e Snapchat potrebbe non essere la cura-tutto quello che stai cercando

Nella foto: probabilmente non deprimente

Social media: amarlo o odiarlo, dipendente o no, è difficile sostenere che è qui per restare. Che si tratti di rintracciare i tuoi conoscenti della vecchia scuola su Facebook per vedere chi ha più capelli (spoiler; non sono mai io), o Instagram durante il tuo brunch domenicale, i social media hanno pervaso quasi ogni elemento della nostra vita.

È davvero più un brunch se non è su Insta?

Se hai letto le notizie di recente, avrai sentito che c'è un lato oscuro e nuovo nei social media. Facebook non sta solo monitorando ogni tuo umore: ti rende anche solo e depresso.

Fortunatamente, la cura è facile! Basta tagliare i social media dalla tua vita e tornerai al tuo sé normale, non depresso quasi da un giorno all'altro.

Nella foto: Qualcuno dopo aver eliminato Snapchat, probabilmente

Purtroppo, le prove non sono così chiare. La realtà è che i social media hanno pro e contro, e se provoca o meno la depressione - o potenzialmente addirittura la previene - è molto più nell'aria di quanto i tabloid vorrebbero farvi credere.

I social media probabilmente non ti stanno deprimendo.

La scienza

Il recente studio che ha causato tutte queste ondate stava esaminando se i social media influenzano una varietà di indicatori di depressione e ansia. Gli scienziati hanno arruolato un gruppo di studenti universitari di psicologia in un gruppo di uso normale o limitato, quindi li hanno seguiti per un mese. Agli utenti normali è stato chiesto di continuare a utilizzare Facebook, Instagram e Snapchat come al solito, con utenti limitati che hanno detto di trascorrere solo 10 minuti al giorno su ciascun sito. I partecipanti hanno compilato sondaggi all'inizio e alla fine che li hanno segnati su solitudine, depressione, ansia, FOMO, supporto sociale, autonomia, accettazione di sé e autostima.

Nel corso dell'esperimento, gli utenti limitati hanno ridotto significativamente il loro uso di questi siti. Hanno anche migliorato in parte la solitudine e in alcuni casi anche la depressione. I ricercatori hanno sostenuto che questa era la prova che i social media stavano causando problemi di benessere e che limitandolo era stato "fortemente" consigliato di migliorare la salute mentale delle persone.

Indica l'isteria dei media.

Nella foto: Terrificante (probabilmente)

Paura e fatti

La realtà è in realtà molto meno spaventosa. Al momento non ci sono prove che i social media causino direttamente depressione o solitudine, e questo studio non aggiunge quasi nulla a quella conversazione.

Confuso? Spiegherò.

Innanzitutto, questo studio è stato piccolo. Sono stati arruolati 143 studenti, in totale, e sulla base delle analisi statistiche almeno il 30% di loro ha abbandonato prima di completare lo studio. I ricercatori hanno anche affermato di non poter effettuare l'analisi di follow-up finale perché il tasso di abbandono ha raggiunto l'80% entro la fine del semestre, il che rende i risultati molto meno impressionanti.

È anche difficile concludere molto da questo studio perché il documento pubblicato tralascia enormi blocchi di informazioni importanti. Lo studio non sembra essere stato randomizzato, ad esempio, e non riceviamo alcuna informazione sulle caratteristiche di base dei partecipanti. Non c'è nemmeno una sezione di analisi statistica nei metodi, che è vitale per capire cosa significano effettivamente i numeri che hanno trovato.

Nella foto: insignificante senza metodi

Vale anche la pena sottolineare che, mentre i ricercatori hanno trovato alcuni miglioramenti per le persone che hanno ridotto i loro social media, non hanno trovato alcun cambiamento per quanto riguarda ansia, FOMO, supporto sociale, autonomia, accettazione di sé e autostima. I miglioramenti nella depressione sono stati osservati anche in un piccolo gruppo di persone molto depresse che hanno anche usato molti social media, il che significa che non sono così applicabili al resto di noi. Inoltre, mentre i miglioramenti erano statisticamente significativi, non è chiaro se ci sarebbe un miglioramento clinicamente significativo nel ridurre i social media.

Questo studio ha anche esaminato solo un campione molto specifico di persone - studenti universitari americani - e solo tre piattaforme di social media. È possibile che tutte queste persone stessero passando da Facebook a Tumblr, o da Instagram a WhatsApp, e ciò stava causando la riduzione dei sintomi. È davvero difficile generalizzare questi risultati anche ad altre piattaforme di social media, non importa i diversi gruppi di persone in tutto il mondo.

Fondamentalmente, lo studio ha mostrato solo piccoli miglioramenti in un paio di variabili, e nessuno nella maggior parte degli altri. Ciò potrebbe essere stato dovuto a variazioni statistiche casuali, ma anche se non fosse difficile dire se questi risultati significano qualcosa.

Fallimento della paura

In un certo senso, è inevitabile che temeremo i social media. È un cambiamento e i cambiamenti fanno sempre paura. Si basa anche sulle persone e se c'è una cosa di cui possiamo essere certi è che le persone hanno lati positivi e negativi.

Ma cosa mostrano realmente le prove?

Nel complesso, non molto. Una revisione sistematica che ha esaminato dozzine di studi nell'ultimo decennio ha scoperto che in alcune situazioni i social media potrebbero esacerbare i problemi di salute mentale di base, ma in altri potrebbe aiutare a prevenirli. Ci sono alcune prove che collegano i social media con la depressione, ma ci sono anche prove che possono ridurre i sintomi depressivi e i sentimenti di isolamento sociale.

Sembra che i social media siano molto simili alle altre interazioni umane: se interagisci con persone decenti, può essere buono. Se stai interagendo con i cretini, non così tanto.

Se sei preoccupato per l'uso eccessivo dei social media o per l'impatto che i social media stanno avendo sulla tua salute mentale, il miglior consiglio è di consultare un professionista della salute. Sono nella posizione migliore per aiutarti a decidere cosa è meglio per te online.

Ma non preoccuparti troppo di questo nuovo studio. Piccoli miglioramenti nei punteggi dei test psicometrici per 100 studenti universitari americani sembrano buoni in uno studio, ma quasi sicuramente significano molto poco per la tua vita.

Non credere all'hype.

I social media probabilmente non ti rendono solo o depresso.

Se ti è piaciuto, seguimi su Medium, Twitter o Facebook!

Nota: sono consapevole dell'ironia della pubblicazione di questo articolo su un sito di social media. Basti dire che tutti noi abbiamo pregiudizi, ma ci sono ancora prove ragionevoli che non sono i social media il problema, tranne in casi più estremi. Anche questo non affronta il problema delle molestie e del bullismo mirati, entrambi i quali sono stati quasi certamente facilitati dai social media. Qui stiamo semplicemente parlando del fatto che le persone usino o meno le piattaforme dei social media: l'immagine potrebbe apparire molto diversa nei gruppi emarginati.