Una breve storia del tempo di Stephen Hawking ricordata

Rilasciato nel 1988, A Brief History of Time ha catapultato il suo autore Stephen Hawking, nella coscienza pubblica a un livello che nessuno scienziato prima o dopo Einstein aveva raggiunto. Coloro che hanno aperto il libro hanno trovato un'introduzione spiritosa, calorosa e sorprendentemente accessibile ad alcuni dei più grandi misteri dell'Universo e, in definitiva, alla sua mente migliore.

L'8 gennaio 2019 segna quello che sarebbe stato il 77 ° compleanno di Stephen Hawking, se non fosse stato per la sua scomparsa nel 2017. Mentre Hawking lascia dietro di sé un corpo di lavoro che non deve essere annusato, non è questo lavoro che lo ha portato alla ribalta del pubblico. Né erano le sue numerose apparizioni in spettacoli televisivi, cartoni animati e fantascienza. Piuttosto fu il suo lavoro di letteratura pop-science "una breve storia del tempo" a rendere Stephen Hawking la seconda figura di scienziato più riconoscibile dopo Albert Einstein.

Con il senno di poi, è un po 'ironico definire A Brief History of Time - pubblicato per la prima volta nel 1988 - un libro di scienza pop. Quel genere non esisteva prima che fosse pubblicato, potrebbe essere responsabile della creazione di un'intera classe letteraria.

un'immagine da un'intervista televisiva del 1988 che promuove una breve storia del tempo (ABC News)

Ci vorrebbe un vero punto di riferimento, si potrebbe pensare, per realizzare un tale spartiacque nell'editoria. Con vendite ben superiori ai 10 milioni in tutto il mondo, traduzione in 35 lingue diverse e 237 settimane nella lista dei bestseller del New York Times, questo riconoscimento è più che iperbole.

A differenza degli accademici che erano andati prima, Hawking voleva che il suo libro raggiungesse il maggior numero di persone possibile. In un'intervista con il Guardian nel 2017, il primo editore del libro Peter Guzzardi ricorda che Hawking scelse Bantam Books come suo editore perché potevano offrirgli una distribuzione più ampia rispetto alle case editrici più tradizionali e austere che erano anche a caccia dell'opera.

Guzzardi disse a Hawking che il suo libro avrebbe raggiunto gli scaffali non solo delle librerie, ma di edicole, drogherie, supermercati e negozi dell'aeroporto. Bantam avrebbe permesso a Hawking di portare alcune delle idee più esoteriche della scienza, così come il suo stesso lavoro, all'attenzione di persone che non avevano mai nemmeno sentito parlare di concetti come la meccanica quantistica e l'astrofisica.

Hawking probabilmente aveva in mente di più della promozione dell'alfabetizzazione scientifica quando prese questa decisione. Quando Hawking iniziò a lavorare sul libro nel 1987, era già sopravvissuto alla prognosi data dai suoi medici quando gli avevano diagnosticato la malattia dei motoneuroni nel 1962 da 23 anni. Aveva una giovane famiglia e una moglie che desiderava lasciare a proprio agio dopo la sua morte.

A Brief History of Time ha catapultato Hawking nel riconoscimento della cultura pop che appare accanto a icone come Commander Data, Sheldon Cooper e Homer Simpson (FOX / CBS)

Il desiderio di raggiungere un pubblico più ampio ha influenzato una delle principali decisioni di Hawking nella presentazione del libro. Simon Mitton alla Cambridge University Press aveva avvertito Hawking di abbandonare tutte le equazioni tranne una, E = mc² di Einstein. Hawking si riferisce a questo nei suoi riconoscimenti, sostenendo che per ogni equazione che presentava le sue vendite sarebbero diminuite della metà. Si può solo supporre con divertimento che il libro avrebbe potuto vendere venti milioni se Hawking non avesse resistito alla sua equazione più famosa del mondo.

La mancanza di matematica nel testo ha reso il libro un utile spunto per scrittori e insegnanti di scienze per introdurre temi in fisica senza lo spettro persistente di un sacco di matematica complicata.

Sam James, PhD di fisica e comunicatore scientifico, ha dichiarato: "La mia opinione personale è che la fisica ha le storie migliori, l'unico problema è che quelle storie sono scritte in matematica".

“Considero il mio lavoro tentare di dare al mio pubblico la sensazione di quali siano le trame principali. È qui che ho usato la conoscenza pubblica della breve storia del tempo. "

Il successo del libro non si è limitato al solo mondo dell'editoria. Ha ispirato molte persone a perseguire un'educazione scientifica. Il dott. Mat Hunt, parla del suo primo incontro con il libro e dell'influenza che ha avuto su di lui: "Ero alle superiori quando ho acquistato per la prima volta una copia del libro di Hawking. Come la maggior parte delle persone della mia età, ero stato un fan di Star Trek e lo sapevo
circa la velocità della luce, che era costante ma era quello.

"Leggere il libro di Hawking è ciò che mi ha ispirato ad applicare per leggere la fisica teorica all'università e sono stato accettato a leggere la fisica matematica a
L'Università del Sussex. "

Forse una delle cose più sfortunate del libro è la sua reputazione come il libro più non letto della storia. L'idea che le persone che hanno acquistato il libro non siano state in grado di analizzare le dense idee scientifiche presentate è falsa ed è in definitiva una profezia che si autoavvera.

Paul Donohue, un insegnante di inglese in pensione, ha descritto la sua trepidazione nell'affrontare il libro: “Ho comprato A Brief History of Time molto prima di leggerlo. Non avendo un vero background scientifico, avevo paura di affrontarlo.

“Il libro è rimasto seduto sul mio scaffale fino a un giorno senza motivo per cui ho deciso di leggerlo. Invece di essere complicato e confuso, ho trovato facile da capire e digerire. "

Hawking ha usato la prosa di un poeta e la passione per la scienza per rendere il suo libro più accessibile al non scienziato di quanto un'opera con tale scopo avesse il diritto di essere (McCleod)

Tale accessibilità è notevole dato che Hawking porta il lettore dal regno quantico inconcepibilmente minuto a un cosmo incomprensibilmente grande nello spazio di appena 200 pagine. Mentre attraversa lo spazio, porta anche il suo lettore dai primi momenti dell'Universo alla sua inevitabile morte. Tutto ciò dimostra l'abilità di Hawking nel comprendere l'Universo, la prosa del suo poeta e la passione per la scienza nel rendere il suo libro più accessibile al non scienziato di quanto un'opera con tale scopo avesse il diritto di essere. È più straordinario se consideriamo che al momento la sezione sui buchi neri era quasi pura congettura al momento della scrittura!

David Glass, un ingegnere informatico, ricorda il suo primo incontro che ha aperto gli occhi con il libro: “Avevo dodici o tredici anni quando è uscito per la prima volta e ero già interessato allo spazio e alla scienza, ma mi ha reso disperato studiare l'astronomia.

"Sfortunatamente, il mio insegnante di fisica ha deciso che avremmo studiato la fisica dell'occhio e dell'orecchio".

Forse uno degli aspetti più sottovalutati di A Brief History of Time è stato quello di riunire gli appassionati di scienza in un modo che non era davvero possibile prima di Internet. Vedere un libro di scienze sugli scaffali delle librerie popolari che non era un romanzo fantascientifico o un'opera di assurdità pseudoscientifiche (che è sempre riuscito a trovare un vasto pubblico per qualche motivo, ha fatto sì che molti scienziati in erba si rendessero conto che non lo erano abbastanza da solo.

Il comunicatore scientifico, Silvia Karpowicz Rukavina, ricorda: “Ricordo di essere stato un grande appassionato di astronomia al liceo, una delle rare ragazze che hanno deciso di trascorrere le serate osservando le stelle, facendo equazioni e spettroscopia.

"Il mio compleanno era scaduto, quindi ho usato i miei risparmi per acquistare il libro del Prof SH che stavo osservando da mesi. Ricorderò sempre la gioia di sapere che possiedo davvero il libro che desideravo così tanto avere ... l'incredibile copertina dell'edizione croata. Adoro il suo stile, quanto è stato facile da leggere e capire - semplicemente senza sforzo.

"Non sono mai stato entusiasta di un libro tanto quanto quello!"

Certo, con il passare del tempo autori come Brian Cox, Marcus Chown e John Gribbin hanno ampliato il lavoro di Hawking. Il libro stesso continuerebbe a godere di ulteriori adattamenti come una serie TV e un libro illustrato, oltre a una rielaborata storia del tempo. Probabilmente, ci sono stati libri scientifici migliori per un pubblico popolare negli ultimi 31 anni. Ciò che è dubbio, tuttavia, è che qualsiasi altra opera avrà il durevole impatto culturale di A Brief History of Time.