L'app "Co-Star": astrologia, tecnologia dei media e universo Hubble

L'app di astrologia Co-Star: una filosofia Zodiac della NASA per il 21 ° secolo. Lo sfondo è un'immagine

Zodiac NASA: un segno dei tempi per una specie persa nello spazio? I venture capitalist della Silicon Valley hanno recentemente investito $ 5 milioni in Co-Star, una società online con questa affermata filosofia: “Il nostro potente motore di linguaggio naturale utilizza i dati della NASA, insieme ai metodi degli astrologi professionisti, per generare algoritmicamente approfondimenti sulla tua personalità e sul tuo futuro. L'astrologia mette i nostri corpi temporanei in un contesto con la vastità dell'universo, permettendo all'irrazionalità di invadere i nostri modi di vivere tecno-razionalisti. "Co-Star fornisce anche un" A.I. app di astrologia potenziata "con aggiornamenti dell'oroscopo in tempo reale e" personalizzazione all'avanguardia ". L'astrologia online è in forte espansione e Co-Star è all'avanguardia.

Cosa dovremmo fare di Co-Star e delle altre app di astrologia che proliferano in iTunes? I capitalisti stanno semplicemente sfruttando le speranze, le paure e la pseudoscienza a scopo di lucro, come tanti film e programmi TV? La filosofia tecno-irrazionale di Co-Star è solo un gioco ironico per l'angoscia di hipster e i cercatori d'amore millenari? Oppure Co-Star sta riempiendo il vuoto filosofico per vivere nel vasto universo della NASA? Dopotutto, in Medium, ci sono 10.6K persone che seguono l'astrologia, con 6.6K che seguono l'astronomia!

Grafica dal sito Web di Co-Star.

Tendenze a lungo termine che alimentano l'astrologia

Lo scopo di questo saggio non è quello di confutare la "scienza" dell'astrologia, che è stata fatta altrove (soprattutto da Phil Plait presso Bad Astronomy). Piuttosto, l'obiettivo è mostrare che la crescente popolarità dell'astrologia è il risultato di cinque tendenze parallele e paradossali nella cultura pop, la maggior parte delle quali viene trascurata nello spiegare le traiettorie culturali e il significato della scienza nel 21 ° secolo.

A partire dal 1969-1970, c'è l'ascesa post-Apollo dei noni. Fonte: Gallup e National Public Radio, 2013.

1) L'ascesa della non credenza religiosa all'indomani del programma spaziale Apollo.

2) La proliferazione online di pseudoscienza e cultura Alt-Fact.

3) Il sempre crescente tsunami di meme, immagini e informazioni che inondano i nostri schermi, suggerendo principalmente che l'umanità è una specie narcisistica e squilibrata bloccata nella guerra tribale mentre provoca il caos sul suo pianeta natale.

4) La sfida posta al narcisismo umano dalla dimensione e dalla scala sempre maggiori dell'universo, come rivelato da tecnologie come il telescopio spaziale Hubble.

5) Il fallimento quasi completo dell'arte e della filosofia nello sviluppare una narrazione significativa e ampiamente abbracciata per la specie umana nel vasto e maestoso universo svelato dalla NASA e dagli astronomi di tutto il mondo: le stesse cose promesse da Co-Star e dalla sua app intelligente .

Queste tendenze sono alimentate dallo spettacolo 24/7 e dallo sfondo apocalittico di perturbazioni climatiche, estinzione di specie e Antropocene - su un pianeta che sfreccia attraverso un cosmo di trilioni di galassie e enormi tratti di vuoti e vuoti, che si estendono su 100 miliardi di luce anni. Gli esseri umani sono una specie che ha bisogno di una visione del mondo, un modello dell'universo, un senso di connessione con le loro origini e il destino nel cosmo. E la vita deve avere un significato, poiché non possiamo tollerare l'assenza di significato, qualunque cosa dicesse Nietzsche. I sistemi di credenze riempiranno la vastità e i vuoti, e per i terrestri non attratti dalla teologia e più orientati verso il secolarismo, l'opzione potrebbe essere l'astrologia. Come illustrato da Co-Star, è l'astrologia online che collega i nostri telescopi ai nostri telefoni, per trasformare l'assenza di significato in un vasto universo in significatività sul Pianeta Terra, per ridurre gli anni luce alle luci sui nostri schermi.

Credenza del 21 ° secolo in astrologia; Mother Jones, 2014.

Sebbene l'astrologia non sia scientifica, sta attingendo ai vuoti cosmici e filosofici rivelati dalla NASA e dal telescopio Hubble. La nostra specie è ancora alle prese con la nostra non centralità cosmica, apparentemente incapace di gestire una narrativa che non ci ha come stelle e guerrieri dell'universo, il significato ultimo di Star Wars. In assenza di una nuova filosofia secolare che collega significativamente i terrestri all'universo di Hubble, l'astrologia continuerà a esistere e prosperare, riempiendo il vuoto con la poetica di stelle e pianeti, anche se scientificamente non valida. Avendo letto troppo Sartre e Sagan e visto 2001 troppe volte, il mio orientamento alla scienza esistenzialista mi mostra che l'astrologia non è vera, ma posso vedere come il movimento di stelle e pianeti fa appello a bisogni umani profondi, non diversamente dalle scene del 2001 e le molte immagini di Hubble.

Casa planetaria della NASA Zodiac, molti terrestri si rivolgono all'astrologia per accedere alle stelle.

Intrappolata nel bagliore delle città elettriche, la maggior parte delle persone non ha mai visto i cieli notturni, la radiosa Via Lattea che esplode di stelle. Ma molti sanno che le stelle e l'universo sono ancora là fuori, come dimostrato dalla NASA e da Hollywood. Se l'arte e la filosofia non sono all'altezza del compito, allora non sorprende che molti terrestri scaricheranno Co-Star sui loro schermi, per assicurare il loro destino quotidiano tra le stelle che vedono raramente.

Co-star e astrologia

Co-Star esiste su un piccolo pianeta con un'eredità astrologica che risale ad almeno 6000 anni fa. Come un istinto primordiale, la nostra specie ha a lungo osservato il cielo notturno e si è chiesta quale fosse il "nostro posto" nell'universo. Cosa stiamo facendo? Dove stiamo andando? Cosa significa? Siamo soli? Certo, la scienza del 21 ° secolo mostra che le nostre origini sono tra le stelle - letteralmente, i resti della supernova che esplode da cui il nostro sistema solare si è evoluto attraverso miliardi di anni.

Fondatori della fashionista di Co-Star: Ben Weitzman, Banu Guler, Anna Kopp; tutti e tre hanno lavorato presso VFiles, un sito di social media / moda con sede a New York.

Astrologia: una religione secolare?

Prima del telescopio di Galileo, l'astrologia e l'astronomia erano la stessa cosa. Quattro secoli di tecnologia telescopica sempre più potente li hanno divisi per sempre, sebbene l'astrologia sia fiorente ed è probabilmente seguita da più persone rispetto all'astronomia della NASA, come suggerito dalle statistiche Medium citate in precedenza.

Forse perché l'astrologia ha funzionato a lungo come una religione secolare, a cui spesso si rivolgono quelle persone senza attrazione per le teologie del mondo, così inclini al comportamento repressivo e al dominio planetario. È del tutto possibile che i religiosi siano anche nell'astrologia. Ma i terrestri che ho conosciuto e che avevano un gusto per l'astrologia non erano religiosi, anche se volevano ancora sentirsi "spirituali" e collegati al cosmo. Nella misura in cui credevano nell'astrologia, era come una religione o mitologia secolare per la vita quotidiana. Immagino che rientri nei miti della New Age.

Come ha dimostrato la teologia, solo perché qualcosa non è vero non significa che non sia utile, potente o significativo. Il mito e la poetica possono essere avvincenti. Soprattutto quando alimentato da A.I. e dati della NASA! Invece di comandare tuonando da un patriarca nel cielo, l'astrologia fornisce la droga planetaria sui nostri destini quotidiani e destini a lungo termine: i significati dei nostri legami e relazioni amorose, il successo sperato nelle nostre carriere e la folle ricerca per una vita felice e significativa nella nostra esistenza temporanea. La teologia dice che siamo peccatori originali, mentre l'astrologia ci permette di essere gli amanti e i cercatori di piacere che siamo sempre stati, cercatori di ogni tipo. Questa è una delle ragioni per cui porterò i ricercatori sui peccatori, i ricercatori sono molto più divertenti e avventurosi, forse perché anch'io sono un cercatore.

Detto questo, teologia e astrologia hanno una cosa in comune, che viene spesso trascurata. Entrambe attingono al narcisismo dell'umanità e al desiderio di sentirsi cosmicamente super-speciali, anche se razionalmente sappiamo che non siamo così super, non così speciali. Ecco perché bramiamo un piano, soprattutto se sembra ordinato o celeste. È nelle stelle! Desideriamo sapere che cosa è nascosto, i modelli invisibili che potrebbero essere rivelati con la giusta visione e tecnologie. Questo è ciò che fa l'astronomia, questo è ciò che l'astrologia promette. Quindi, mentre l'astronomia mostra che le stelle sono lontane, l'astrologia afferma che possiamo ancora essere "co-stelle" con le stelle. Basta scaricare l'app Co-Star!

Sul sito Web di Co-Star, la griglia di infinito artificiale è un bel tocco per connettere gli esseri umani alla

Zodiac NASA: 3 milioni di download

È il 21 ° secolo e non c'è bisogno di sfere di cristallo e testi sacri. Disponiamo di dati Internet e NASA, che forniscono un accesso a basso costo nelle infinite profondità del web e dello spazio profondo. Online è il mondo virtuale, dove coesistono il reale e l'irreale, spesso vissuti come la stessa cosa, che si tratti di una celebrità sulla Terra o di una galassia distante in un'immagine di Hubble. Se possiamo avere Siri e Alexa che ci consigliano ogni giorno, perché non A.I. per l'astrologia?

Fondata da tre fashioniste di New York, Co-Star afferma di utilizzare "I dati della NASA per sapere esattamente dove sono le stelle e la tecnologia proprietaria per generare oroscopi estremamente precisi". Apparentemente, questa filosofia Zodiac della NASA sta funzionando, nonostante la mancanza di dottorati di astrofisica nel team di gestione. Oltre all'investimento da $ 5 milioni, Co-Star è stato scaricato tre milioni di volte e ha 400.000 follower su Instagram. Storie recenti sull'Atlantico e sul New York Times descrivono una nuova fioritura dell'astrologia, in particolare tra i millenari presumibilmente disincantati dalla vita online e dalla trasparenza dei big data. Secondo il New York Times, "L'astrologia sta vivendo un momento culturale, e per gli investitori, che si traduce in segni di dollaro". C'è denaro da fare e va oltre il raggiungimento di adolescenti e ventenni, l'obiettivo principale di Co- Stella.

Apollo 11 e L'Età dell'Acquario

"Aquarius" - questo è il mio segno. Quando ero un bambino, la mia famiglia aveva il classico album della Quinta Dimensione che conteneva la canzone, "The Age Aquarius", che raggiunse il numero 1 per sei settimane nelle classifiche di Billboard nella primavera del 1969. Ho adorato quella canzone, ancora. Sebbene sia stato scritto per il musical 1967, Hair, due anni dopo l'Età dell'Acquario raggiunse il numero 1. Che la canzone in cima alle classifiche nel 1969 non è una coincidenza, poiché quello fu l'anno dello sbarco sulla Luna dell'Apollo 11 e forse il picco di cultura hippie — con Hair in giro per il mondo, Baby Boomers che affollano il concerto di Woodstock e Easy Rider in testa ai botteghini americani ed europei quell'estate.

Da sinistra a destra: Billy Davis, Florence Larue, Lamonte McLemore, Marilyn McCoo e Ronald Townson. Senza dubbio, McCoo è stata una delle mie prime cotte! Fai clic qui per riprodurre la canzone.

Con le voci celesti di Florence Larue e Marilyn McCoo, The Age of Aquarius iniziò con le linee: “Quando la luna è nella Settima Casa / E Giove si allinea con Marte / Quindi la pace guiderà i pianeti / E l'amore guiderà le stelle. "Il resto della band si è unito al coro" Questa è l'alba dell'Età dell'Acquario. "Con gli hippy, la pop art, la musica rock, le mode mod e la televisione, sembrava che una nuova era stesse emergesse davvero sul Pianeta Terra.

Per quanto riguarda la televisione, Apollo 11 era di gran lunga il programma principale, raggiungendo il miliardo di telespettatori nel giorno del moonwalk. Il 20-21 luglio, le persone si sono radunate con amici e famiglie per vedere gli eventi che si svolgono sulla luna, trasmessi in televisione in tutto il mondo. Immagina che: un miliardo di persone contempli simultaneamente i loro primi passi su un altro oggetto celeste, guardando anche la Terra fluttuare nello spazio. Un miliardo di persone contempla improvvisamente le nostre origini e il nostro destino come un'unica specie sul Pianeta Terra. Quando Neil Armstrong ha calpestato la luna e ha detto "Un piccolo passo per un uomo, un grande salto per l'umanità", sembrava che tutto fosse possibile per la specie umana che ora si avventurava nelle stelle. Molti credevano che le opinioni di Apollo dalla Terra avrebbero ispirato la pace in tutto il mondo, facendo eco alla canzone "Age of Aquarius".

Naturalmente, i risultati di Apollo e l'ottimismo utopico si sono rivelati fugaci. Due settimane dopo, la famiglia Manson si scatenò in una sanguinosa furia a Hollywood, uccidendo la star del cinema Sharon Tate e altre sei persone, tra cui un famoso parrucchiere ed erede della fortuna di Folger's Coffee. Woodstock fu un disastro gestionale, con i frequentatori di concerti che lasciavano pile di spazzatura ovunque. Al concerto gratuito di Altamont a dicembre, un Hell's Angel ha ucciso un adolescente nero mentre Mick Jagger e i Rolling Stones suonavano "Simpatia per il diavolo". Nel frattempo, la guerra fredda e la guerra del Vietnam infuriavano e il Pentagono bombardava il tappeto per mantenere i comunisti a bada. Questo per quanto riguarda la pace e l'armonia sul Pianeta Terra.

Post-Apollo America: The Parallel Rise of Pseudoscience and Religious Non-Belief

Il 2019 segna cinquant'anni dall'atterraggio sulla Luna dell'Apollo 11, senza dubbio uno dei più grandi traguardi raggiunti dalla specie umana, mostrando ciò che è possibile quando le persone applicano ragione, scienza, creatività e spavalderia nel perseguire obiettivi epici. Questo fu probabilmente l'apice dell'ottimismo scientifico negli Stati Uniti, il punto in cui la pseudoscienza e la non credenza religiosa iniziarono a crescere. Sebbene Apollo 11 sia ancora considerato un risultato strabiliante, la sua eredità e gli effetti sono molto più complicati. [No, gli sbarchi sulla Luna dell'Apollo non avrebbero potuto essere falsi, come spiegato qui in Medium.]

Rock the moon è arrivato molto prima di

Pseudoscienza

Nei decenni successivi all'Apollo 11, MTV strappò le immagini di atterraggio sulla Luna per la Generazione X e Michael Jackson divenne il moonwalker più famoso del Pianeta Terra. Le navette spaziali della NASA hanno semplicemente orbitato attorno alla Terra e Apollo 11 è diventato un lontano ricordo su YouTube. Star Wars e "possa la forza essere con te" hanno rapidamente sostituito "veniamo in pace per tutta l'umanità" come narrativa spaziale dominante nella cultura pop. E c'è stata l'ascesa della pseudoscienza. Entro il 2019, queste credenze erano sostenute dagli americani:

- Il 24% degli americani crede che gli sbarchi sulla luna siano stati una bufala perpetrata dalla NASA per mettere in imbarazzo i sovietici nella guerra fredda.

- Il 41% crede che Ancient Aliens abbia guidato i terrestri per millenni, senza dubbio alimentato dalla serie TV di successo "Ancient Aliens", giunta alla sua 13a stagione.

- Il 16% degli americani non è certo che la Terra sia rotonda, con un numero del 34% tra le persone di età compresa tra 18 e 24 anni.

- Il 25% degli americani non conosce la Terra in orbita attorno al sole.

Il 24% degli americani pensa che gli sbarchi sulla luna fossero falsi, senza dubbio alimentati dagli infiniti video di cospirazione su YouTube.Il 41% degli americani crede che gli antichi alieni abbiano visitato i terrestri. Le indagini di Chapman mostrano che il paranormalismo è in costante aumento tra gli americani nel 21 ° secolo.Secondo YouGov, il 16% degli americani non è sicuro che la Terra sia una sfera, le percentuali sono più alte per le fasce d'età più giovani. La mia domanda è questa: come può la casella in alto a sinistra (84%) non essere al 100%?WTF? I risultati di un sondaggio del 2014 della National Science Foundation.

Non credenza religiosa

Molto è stato scritto sul declino del credo religioso nell'America del 21 ° secolo, come documentato in vari sondaggi dal Pew Research Center. Gli americani che non hanno credenze religiose e / o nessuna affiliazione religiosa sono saliti al 22,8% nel 2014, rispetto al 2% negli anni '50. Secondo Pew, circa il 50% dei non affiliati è disincantato dalla religione o non ha bisogno della religione a causa delle sue credenze nella "scienza" e della mancanza di prove per un Creatore. Un altro 20% ha una propensione contro la religione organizzata, mentre il 18% non è sicuro delle proprie convinzioni e il 10% è inattivo.

A partire dal 1969-1970, possiamo vedere l'ascesa post-Apollo dei noni.

Secondo i sondaggi Gallup e la National Public Radio, i "noni" rimasero al di sotto del 5% fino al programma Apollo alla fine degli anni '60. L'ascesa dei noni iniziò con il lancio dei razzi sulla luna e continuò molto tempo dopo la chiusura del programma Apollo.

Mentre i pensatori religiosi hanno incolpato il declino dei soliti sospetti (il collasso della società, il decadimento dei valori tradizionali e così via), gli atei hanno twittato applausi di speranza, apparentemente ignari della possibilità che un declino della credenza religiosa tradizionale non equivale a un aumento della ragione, della scienza e dell'illuminazione. Dato il crescente paranormalismo in America, potrebbe essere il contrario. Sono semplicemente disinteressati alla religione? Hanno superato la religione, senza bisogno di sostituirla con un'altra visione del mondo o cosmologia? Credono:

- La specie umana si è evoluta dalle scimmie in 4-6 milioni di anni

- L'universo osservabile ha 13,7 miliardi di anni e contiene due trilioni di galassie?

- La nostra specie e civiltà sono arrivate qui attraverso i consigli e gli interventi degli antichi alieni?

O forse telefoni cellulari, discussioni interessanti, ristoranti hipster e abbonamenti Netflix forniscono la droga quotidiana necessaria - in modo tale che non hanno bisogno di una cosmologia per se stessi o per la nostra specie? In un universo di due trilioni di galassie, qualcosa riempirà il vuoto, qualcosa darà agli umani un significato riportandoli al centro dell'universo.

Co-Star e NASA: Exo-Media e Cool Media

Sostenendo di accedere ai dati della NASA, Co-Star sta attingendo al potente significato simbolico della NASA nella coscienza della cultura pop. Al termine del programma Apollo, la NASA ha lanciato il veicolo spaziale Voyager e il telescopio Hubble. Voyager ha mappato i pianeti esterni e ora ha lasciato il sistema solare, ma non prima di scattare la fotografia del 1990 del "Punto blu pallido". Il telescopio Hubble fu lanciato nel 1991 e da allora ha contribuito a mappare un universo da capogiro. Voyager e Hubble sono tra gli strati della tecnologia multimediale che si estendono dalla coscienza umana per estendersi al Pianeta Terra, estendersi nel sistema solare e scrutare l'universo.

Il grafico sopra illustra un progetto di teoria dei media molto più ampio sviluppato da Julia Hildebrand e da me. È l'unica filosofia mediatica a coprire l'intera gamma di tecnologie multimediali, reinterpretando radicalmente i media "caldi" e "fantastici" di McLuhan. Ovviamente, questi strati e tecnologie si sovrappongono e sono interconnessi.

Come illustrato da Voyager e dal telescopio Hubble, le principali tecnologie della NASA sono gli exo-media, tecnologie che allontanano lo sguardo dalle attività umane, dalla Terra e attraverso l'universo. Esempi includono telescopi spaziali, sonde spaziali e numerosi telescopi terrestri in tutto il mondo, come l'Atacama Array, Very Large Array, il Kitt Peak National Observatory, l'European Southern Observatory e l'Event Horizon Telescope (EHT), che catturò notoriamente la prima immagine di un buco nero la scorsa settimana.

Nel frattempo, i nostri smartphone sono ego-media, tecnologie che focalizzano il loro sguardo principalmente sulle attività umane: l'individuo e il collettivo, il sé e l'altro. I media dell'ego coprono tutto, dalle pitture rupestri al cinema, dalla televisione ai tablet, dagli smartphone ai social media. Includono anche app, che si concentrano quasi esclusivamente sull'uomo. I media ego sono ciò che io e Julia chiamiamo "hot media", i media che promuovono uno sguardo interiore, con l'osservazione del soggetto e degli oggetti visualizzati in stretta vicinanza (online e sugli schermi). I media attivi affrontano densità più elevate di eventi, energia e umani, quindi un attrito elevato. Nelle immediate vicinanze, le entità possono sfregarsi o schiacciarsi l'una contro l'altra. Accelerazione, reazioni rapide, loop di feedback istantaneo. Non c'è da stupirsi che così tante persone si rivolgano all'astrologia nel caos mediatico!

Gli exo-media sono quelli che chiamiamo "cool media", che trattano di densità inferiori, minore attrito, distanza, deriva, vagabondaggio, meraviglia, stupore. Le temperature sono più basse, le tempere sono più fredde. Qualunque cosa sia calda là fuori (come stelle, buchi neri e supernova) è circondata dal freddo, dal vuoto, dall'entropia verso lo zero assoluto. Big bang per il freddo. Spazio profondo, futuri profondi. Non c'è da stupirsi che così tante persone tornino agli eventi terrestri per significato e scopo.

Gli exo media presentano una narrazione universale per la specie umana, mentre i media ego potenziano una narrativa narcisistica per gli individui e la specie umana. Mentre Devlynn Deitrick (un ex studente universitario della mia classe) ha sottolineato il suo documento di ricerca: "L'astrologia colma il divario tra freddo e caldo". Ciò che Co-Star fa con la sua app è trasformare i fantastici exo-media (dati dai telescopi della NASA) in hot ego-media (astrologia al telefono), in cui la storia cosmica ritorna all'individuo sul Pianeta Terra. Il vuoto sarà riempito.

Nietzsche, NASA e le stelle

Nietzsche ha affermato che l'umanità è "una corda sopra un abisso", a ridosso del vuoto tra il nostro passato di scimmie e il nostro futuro di super esseri. Tuttavia, la maggior parte rimane terrorizzata dal vuoto, la distanza che abbiamo scoperto tra le nostre origini e il nostro destino. Ciò è ancora più vero nel 21 ° secolo, poiché la NASA e l'astronomia hanno rivelato un abisso cosmico molto più grande di qualsiasi cosa immaginata da Nietzsche.

Sulla scia del programma Apollo, lo spazio e l'universo come fonti di intuizione filosofica sulla vita umana sulla Terra sono stati in gran parte abbandonati nel discorso popolare, tranne che nell'astrologia. Certo, ci sono le serie di film di Star Trek e Star Wars e film come Interstellar, che avvertono del destino ecologico nel futuro umano. Ma al di fuori del regno dell'astrologia, lo spazio esterno è in gran parte visto come un luogo in cui la NASA e i telescopi del mondo rivelano immagini fantastiche senza rilevanza per la vita umana o significato sulla Terra.

È come se il vasto universo e una filosofia per vivere sulla Terra fossero distanti miliardi di anni luce. Siamo di fronte al paradosso dei nostri più grandi successi intellettuali: abbiamo scoperto un universo vasto e maestoso in cui siamo insignificanti e forse insignificanti come specie. Questa è la sfida filosofica dell'universo di Hubble: connettere la bellezza del cosmo con la nostra tenacia e intelligenza.

Scena finale del 2001: il film che ha attraversato l'abisso di Nietzsche.

A parte 2001: Odissea nello spazio, c'è ben poca arte che ci collega al mistero e alla maestosità dell'universo. Mentre la scienza e l'astronomia fanno scoperte sconvolgenti, gli scienziati sono filosofi zoppi (a parte Carl Sagan) e la maggior parte dell'arte sembra esibizionismo guidato dall'ego, narcisismo che guarda l'ombelico o cicli infiniti di drammi e conflitti umani (come Hollywood e videogiochi) . Per ora, l'astrologia è l'unico sistema di pensiero che promette di collegare una vita umana significativa alle stelle da cui siamo emersi. Ecco perché probabilmente Co-Star farà milioni sulla poetica dei movimenti planetari.

La poetica è la chiave, perché l'arte e l'estetica sono fondamentali per l'esistenza e la coscienza umana, così come la necessità di sentirsi collegati a narrazioni più ampie. Come ho sottolineato in Medium, abbiamo bisogno di una nuova filosofia secolare che abbraccia l'abisso - una "esplosione di consapevolezza" - una visione del mondo che abbraccia il significato nella bellezza e vastità del cosmo, insieme al nostro attuale posto in esso. Quando avremo una filosofia degna di vivere in quell'universo? Dopotutto, i nostri corpi sono fatti degli elementi più comuni del cosmo: idrogeno, ossigeno, azoto e carbonio, tutto il materiale delle stelle.

______________

L'ultimo libro di Barry Vacker è Black Mirror e Critical Media Theory (2018), co-edito con Angela Cirucci. Barry ha anche scritto Spectre of the Monolith (2017), che presenta una nuova filosofia secolare ispirata al 2001: Odissea nello spazio.