Il fungo tra noi: come il mondo viene salvato dai funghi radioattivi

Nota in modo accattivante come la

In agguato sotto la superficie della Terra c'è un organismo abbastanza grande da coprire 320 miglia, rispondendo ad ogni passo che fai con sensibilità e calcolo - una creatura la cui assenza comporterebbe la morte di tutta la vita vegetale e terrestre degli animali sul pianeta. Gli antichi esseri umani veneravano il potere e il mistero che trasudavano da quelli che credevano essere esseri divini, anche se al giorno d'oggi, è più probabile imbattersi in uno dei dormitori della cucina o del college rispetto alle pitture rupestri esposte alle intemperie degli adoratori. In effetti, potresti già considerarlo abbastanza il ragazzo divertente.

Funghi, cioè. I funghi, come le arance di un arancio (e probabilmente altrettanto gustoso), sono chiamati i "corpi fruttiferi" dell'enorme rete sotterranea chiamata micelio, una rete di massa intelligente di microscopici threading. Il regno fungino è composto da organismi distinti che usano questa foresta vegetativa internet e corpi che appaiono sporadicamente per fare le loro cose. A differenza delle arance, tuttavia, i funghi hanno il potenziale potere di disintossicare e ringiovanire gli ecosistemi del mondo. In effetti, è nella loro stessa natura armare in massa contro le tossine che inquinano non solo il nostro ambiente esterno, ma anche l'ambiente interno dei nostri corpi. In un'era in cui gli scienziati urlano in modo sordo l'urgente necessità di una riforma ambientale, è importante ora più che mai eliminare le nostre divisioni partigiane e riconoscere i funghi come nostri partner ecologici nella lotta ai cambiamenti climatici.

Se hai trascorso un sacco di tempo nelle foreste di vecchia crescita che compongono gran parte dei parchi nazionali della nazione, potresti ricordare di aver camminato attraverso ceppi di alberi circondati da fantastici funghi velenosi che ricordano le illustrazioni dei racconti dei bambini. O forse hai più familiarità con il bruco di Alice nel Paese delle Meraviglie la cui casa è l'Amanita Muscaria, un fungo con proprietà psicoattive e pesticide.

È allettante tentare di aggrapparsi a queste visioni di funghi come mistici tabù predatori di morte, decadenza e delirio. In realtà, i funghi condividono un antenato comune più recente con animali come l'Homo Sapiens che con le piante, e le caratteristiche di quella relazione sono molto più enigmatiche.

Amanita Muscaria, meno il bruco fumatore di narghilè. Onderwijsgek su nl.wikipedia [CC BY-SA 3.0 nl (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/nl/deed.en)], da Wikimedia Commons.

Il processo in cui i funghi vengono utilizzati per il degrado, la decontaminazione, la rimozione e il riciclaggio di rifiuti / inquinanti è chiamato mycoremediation. Gli enzimi rilasciati dalla micelia fungina hanno la capacità di rompere facilmente le catene di idrocarburi (la struttura di base della maggior parte degli inquinanti) rimuovendo gli atomi dalle molecole più grandi e degradandoli ai prodotti finali, che possono includere anidride carbonica, acqua e metano. Per gli elementi che sono nella loro forma più semplice, i funghi si trasformano in assorbimento, accumulandoli nei loro tessuti (di solito i corpi fruttiferi dei funghi, ma a volte anche la micelia parteciperà). In sostanza, i funghi si comportano come piccoli ma potenti guerrieri, a volte sacrificando se stessi per il bene più grande nella battaglia della bonifica. Dal tuo intestino ai vulcani di acque profonde attivi, sono presenti membri del regno fungino, che svolgono ogni ruolo ambientale cruciale che puoi pensare mentre raccogli e distribuisci nutrienti per selezionare piante come un ecosistema Bill Gates. Suggerire che i funghi stanno salvando il mondo è un'affermazione carica. Ma fino a che punto è stato dimostrato vero?

Nel 2007, le stuoie tessute dai capelli umani e ricoperte di funghi ostrica sono state utilizzate a seguito di una fuoriuscita di 58.000 litri di carburante dalla costa di San Francisco per assorbire e abbattere l'olio, cosa che ha fatto rapidamente ed efficacemente. Mycelia è notoriamente efficace come filtro per rimuovere tossine e microrganismi nella sostanza terrestre. I funghi del marciume bianco e marrone sono stati notoriamente efficaci nella degradazione del polietilene, la plastica più popolare al mondo. Gira la ruota di specie fungine e atterrerai su almeno una che può e può essere utilizzata nella demolizione e nel riciclaggio di legno, carbone, materiali di gomma da macinare, carta da imballaggio, cemento, superfici di vetro, cuoio e altro ancora.

Abbiamo ancora molta strada da fare prima di seppellire i nostri vecchi iPhone nei giardini del cortile e chiamarli "riciclaggio". La comunità dei micologi è tutt'altro che unificata, e considerando che il conteggio delle specie supera di 6: 1 quello delle piante (con il rapporto in costante aumento), è sicuro di dire che ci sono più di alcuni blocchi stradali. Ma potrebbe non essere troppo lontano, poiché le ricerche condotte nell'ultimo decennio hanno esponenzialmente avanzato la nostra conoscenza e comprensione del mondo naturale e dei suoi abitanti, e diverse guide pratiche, panoramiche enciclopediche e procedure di screening di ricerca raccomandate sono state pubblicate in l'ultimo decennio per rendere sorprendentemente accessibile la coltivazione e l'attivazione di supereroi-shroomies.

Mentre la realtà dei funghi radioattivi che spuntano per digerire i metalli pesanti e le biotossine ha il potenziale per essere problematica, non c'è dubbio che tali rischi biologici siano più facili da gestire quando concentrati e contenuti, al contrario di farsi strada attraverso la catena alimentare, occupando ogni parte dell'ambiente che invade.

Il famoso scienziato pazzo di funghi Paul Stamets una volta disse: "Se non mettiamo insieme i nostri atti e veniamo in comunione e comprensione con gli organismi che ci sostengono oggi, non solo distruggeremo quegli organismi, ma distruggeremo noi stessi". Le sue parole non potrebbe essere più applicabile e, cosa abbastanza interessante, l'elenco recente dei clienti di Stamets include il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.

"Se non mettiamo insieme il nostro atto e arriviamo in comunanza e comprensione con gli organismi che ci sostengono oggi, non solo distruggeremo quegli organismi, ma distruggeremo noi stessi"

Cosa significa questo per noi? I diversi e sfuggenti membri della famiglia fungina rendono difficile per gli umani capire chi può fare cosa. Ma con le minacce all'esistenza delle attuali agenzie di protezione ambientale, l'approvazione delle trivellazioni offshore nell'Artico, il rilascio di restrizioni alle compagnie petrolifere e del gas, il rollback degli standard sulle emissioni delle auto e un gazillion di decisioni e eventi scientificamente più mostruosi, negligenti dal punto di vista scientifico, è chiaro che qualcosa deve dare. I funghi e il loro micelio sono i nostri partner ecologici ancestralmente evidenti e contiamo l'uno sull'altro per mantenere una Madre Terra sana e stabile. È tempo che facciamo la nostra parte e riconosciamo gli alleati della foresta che ci hanno influenzato in modo così culturale, spirituale, medico e bio-riparativo.