La storia della doppia elica

La monumentale scoperta scientifica di Rosalind Franklin

(Credito immagine: National Institute of Health)

Nel 1920 nacque a Londra una delle donne più importanti nella storia della scienza. Si chiamava Rosalind Elsie Franklin. Durante la sua adolescenza, ha spesso giocato a giochi di memoria e ha avuto problemi di matematica per divertimento, ottenendo invariabilmente tutte le risposte giuste. Quindi, da adolescente, il giovane Rosalind voleva essere uno scienziato più di ogni altra cosa al mondo. Il problema era che a quel tempo non era un percorso di carriera facile per le ragazze, per non dire altro. Ciò nonostante, era una persona molto determinata e determinata che non avrebbe lasciato che nulla si frapponesse. Quindi, sulla base di tutto il suo duro lavoro, alla fine vinse una borsa di studio a Cambridge per studiare fisica e chimica. Mentre era lì, ha conseguito un dottorato. In seguito, nel 1951, Rosalind Franklin alla fine si unì al King College per utilizzare le tecniche a raggi X per studiare la struttura di proteine ​​complesse. Lì perfezionò la sua particolare forma di diffrazione. Il Dr. Franklin ha quindi aggiornato il laboratorio e ha iniziato a brillare radiografie ad alta energia su DNA sia umido che secco. In questo modo, era involontariamente entrata in una razza non dichiarata per svelare i più piccoli filamenti di materiale organico in organismi complessi. Questo è stato un momento incredibilmente importante per l'intera umanità, che ha avuto un impatto sulla nostra vita in modi che ancora non conosciamo. Sebbene in realtà non se ne rendesse conto, la scoperta della struttura atomica dell'acido desossiribonucleico sarebbe diventata una delle conquiste scientifiche più importanti della storia.

Più precisamente, allora la comunità accademica era molto meno amichevole con le donne di quanto non lo sia ora. Quindi, la dott.ssa Franklin era estremamente isolata dai suoi colleghi. Ha sperimentato la segregazione per tutto il lavoro. Una sua compagna di laboratorio di nome Maurice Wilkins supponeva addirittura che fosse stata assunta come sua assistente. Tuttavia, Rosalind Franklin ha continuato a svolgere il suo lavoro in modo così diligente. Quindi, la sua incrollabile persistenza alla fine ha dato i suoi frutti nel 1952. Questo è quando ha ottenuto la Foto 51, l'immagine a raggi X più famosa del DNA mai presa. È stato prodotto attraverso un'esposizione di 100 ore che le ha impiegato un anno intero per un'analisi corretta. Era sulla buona strada per risolvere il mistero della forma a lungo richiesta che poteva spiegare l'incredibile diversità della vita sulla Terra. Nel frattempo, anche il biologo americano James Watson e il fisico britannico Francis Crick stavano lavorando per svelare i segreti della struttura apparentemente strana. All'epoca si pensava che il DNA fosse composto da zucchero e fosfati in una lunga catena. Il fatto era che nessuno era veramente sicuro di quale forma fosse, quindi un certo numero di scienziati stava cercando di capirlo. Quindi, quello che è successo dopo è stato completamente imperdonabile e assolutamente imperdonabile. A insaputa di Franklin, Maurice Wilkins ha scattato la foto 51 e l'ha mostrata a Watson e Crick. A peggiorare le cose, hanno imbrogliato non una ma due volte. Questi ragazzi erano assolutamente senza scrupoli sebbene investigatori del DNA piuttosto brillanti. Invece di calcolare la posizione esatta di ogni atomo nella molecola, hanno semplicemente fatto una rapida analisi dei dati di Franklin e li hanno usati per modellare alcune diverse strutture potenziali. Ben presto avevano decifrato il codice genetico inafferrabile.

Anche se avevano ottenuto l'accesso alle preziose scoperte di Franklin in un modo altamente non etico, Watson e Crick andarono avanti e pubblicarono la loro proposta nell'aprile del 1953. Proprio nello stesso periodo, anche Franklin aveva terminato i suoi calcoli e giunse alla stessa conclusione. Quindi, ha presentato il suo manoscritto. Certo, il diario pubblicò insieme i loro manoscritti, ma Franklin era l'ultimo, anziché il primo come avrebbe dovuto essere. Questo fece sembrare che i suoi esperimenti confermassero la svolta di Watson e Crick, quando in realtà l'aveva ispirata. Le prove che ha rivelato erano il pezzo mancante cruciale del puzzle che i suoi colleghi avevano messo insieme. Franklin aveva fornito al mondo la chiave per comprendere il progetto della vita, mostrando esattamente come i tratti vengono trasmessi da una generazione all'altra. Sfortunatamente, fu costretta a smettere di lavorare sul DNA e morì di cancro nel 1958. Come se ciò non bastasse, è deceduta non sapendo che il suo lavoro era stato rubato. A peggiorare le cose, quattro anni dopo, Watson, Crick e Wilkins hanno vinto il premio Nobel per il loro lavoro sul DNA. Questa è stata una delle più grandi ingiustizie accademiche di tutti i tempi e non era nemmeno in giro per difendersi. Quindi, a beneficio di tutti sulla Terra, dobbiamo tutti fare la nostra parte per supportare le donne nei campi STEM, nel tentativo di ridurre la disuguaglianza di genere nelle aule e nei laboratori di tutto il mondo. In onore di Rosalind Franklin e di tutto ciò che ha vissuto nella vita e nella morte, dobbiamo porre fine al sessismo nella scienza una volta per tutte.

Come ripensamento, è importante capire che il Dr. Franklin non solo ha elaborato la geometria del DNA, ma anche quella dei virus. Ciò significa che avrebbe ricevuto due diversi premi Nobel se solo potessero essere assegnati postumi. Quindi, forse è qualcosa che deve cambiare anche.