I motivi per cui presto potremo trovare Planet Nine

Il pianeta nove potrebbe nascondersi ai margini del Sistema Solare, nei freddi e oscuri recessi della nostra famiglia di pianeti. Ora, una nuova ricerca, insieme alla tecnologia in evoluzione, suggerisce che possiamo avvicinarci al momento in cui troviamo questo mondo sfuggente.

Gli oggetti transnettuniani (TNO) sono corpi oltre l'orbita del pianeta più lontano conosciuto. Le osservazioni dei movimenti di questi oggetti suggeriscono la presenza di un corpo attualmente sconosciuto in orbita ben oltre l'orbita di Nettuno.

"Oltre a una serie di comportamenti orbitali facilmente prevedibili, il censimento emergente di oggetti transnettuniani mostra fenomeni dinamici che non possono essere spiegati dalle interazioni con il noto sistema solare a otto pianeti", hanno affermato i ricercatori sulla rivista Physics Reports.

La concezione di un artista di come potrebbe apparire il pianeta nove, in orbita lontano dal Sole distante. Credito di immagine: Caltech / R. Hurt (IPAC)

Fred Adams, professore di fisica e astronomia all'università del Michigan, ritiene che man mano che nuovi strumenti avanzati entreranno in linea entro 10-15 anni, gli astronomi avranno scoperto un nono pianeta o avranno raccolto dati sufficienti per escludere la possibilità di un tale mondo.

Migliaia di pianeti che circondano altre stelle sono stati scoperti negli ultimi anni, mentre i telescopi e le tecniche di osservazione diventano più raffinati. Le proprietà previste di un nono pianeta suggeriscono che un mondo simile dovrebbe ora essere visibile, se sapessimo esattamente dove cercare. Tuttavia, c'è molto cielo da esaminare, rendendo la ricerca estremamente impegnativa.

Uno strano oggetto trovato in orbita attorno a Nettuno, nel 2015 BP519 (soprannominato Caju), dà credito all'idea che una massiccia super-Terra potrebbe nascondersi nelle fredde e oscure profondità del nostro sistema solare. La sua strana orbita suggerisce che il suo percorso è influenzato dalla presenza di un Pianeta X sconosciuto. Altri TNO, incluso il pianeta nano Sedna, mostrano anche prove che tale super-Terra esiste, finora invisibile, ai margini della nostra famiglia di pianeti.

“L'argomento più forte a favore di Planet Nine è che linee di prova indipendenti possono essere spiegate da un nuovo pianeta proposto con le stesse proprietà. In altre parole, ci sono molte ragioni per credere che Planet Nine sia reale, non solo uno ”, ha detto Adams.

Un diagramma che dettaglia le orbite e i diametri del pianeta Nettuno e diversi oggetti transnettuniani. Le orbite mostrate in viola mostrano l'evidenza di essere colpite da un nono pianeta, lontano dal mondo più lontano conosciuto. Credito d'immagine: James Tuttle Keane / Caltech

Quando l'idea di un nono pianeta è stata suggerita per la prima volta in dettaglio nel 2016, i calcoli hanno mostrato che il mondo era probabilmente 10 volte più grande della Terra, in orbita attorno al Sole 600 volte più lontano dal nostro mondo (600 unità astronomiche o AU). Una nuova ricerca dell'Università del Michigan suggerisce che il mondo è più piccolo e più vicino di quanto si pensasse in precedenza - solo cinque volte più grande della Terra, in orbita a una distanza di 400 UA. Questo è ancora più di 10 volte più lontano di Plutone, che un tempo deteneva il titolo del nono pianeta.

La scoperta di un Pianeta X oltre l'orbita di Nettuno spiegherebbe diversi misteri sui movimenti e le posizioni dei TNO sparsi nel sistema solare. Se i nuovi telescopi non saranno in grado di trovare un mondo simile nei prossimi 10-15 anni, gli astronomi dovranno trovare un altro modo per spiegare il comportamento strano che sta accadendo oltre i pianeti noti del nostro Sistema Solare.