immagine: uno schermo che mostra una diapositiva powerpoint che dice

Il diritto di conoscere e comprendere il cielo notturno

Il mio commento del 6 febbraio all'Occidental College durante la mia visita come Stafford Ellison Wright Black Alumni Scholar-in-Residence 2019

Mille grazie in particolare a Regina Freer e Krystale Littlejohn per questo prestigioso invito e l'opportunità di pensare a cosa significhi il cielo notturno nel 2019. Sono anche incredibilmente grato agli studenti che ho incontrato e imparato, in particolare i membri della Black Student Alliance. Sono anche grato alla facoltà che mi ha accolto nelle loro lezioni. Mi sono divertito così tanto!

Grazie per avermi dato il benvenuto oggi. Vorrei ringraziare Regina Freer e Krystale Littlejohn e il resto del comitato di selezione di Stafford Ellison Wright. Sono stato elettrizzato dall'invito a diventare lo Staff-Ellison Scholar-in-Residence di Stafford Ellison Wright del 2019. Mi sento onorato di essere stato selezionato per trascorrere del tempo con studenti e docenti durante l'anno inaugurale del programma Black Studies. So che in ogni campus in cui ne esiste uno, studenti, personale e docenti hanno combattuto duramente - spesso per molti anni - per Black Studies, e sono grato per quei combattenti. Senza gli studi sui neri, non sono sicuro che le donne nere nelle STEM sarebbero dove siamo oggi.

[poi ho fatto un'introduzione alla cosmologia e alla materia oscura usando una presentazione powerpoint]

Ti ho appena raccontato una storia cosmologica e l'ho conclusa dicendo che la scienza è un fenomeno sociale, con problemi propri da risolvere. Vorrei contestualizzarlo un po 'di più.

Quando ero al liceo a West Los Angeles ho avuto circa tre ore di viaggio di andata e ritorno che mi hanno portato attraverso Eagle Rock due volte al giorno, tranne durante i mesi in cui vivevo qui con la mia migliore amica e la sua famiglia, che si sono rasati di circa 30 minuti il mio tragitto giornaliero. Durante i lunghi viaggi in scuolabus, ero solito intrattenere le persone con storie sulle particelle di cui ho letto in A Brief History of Time di Stephen Hawking. Spiegai cosa fosse un quark, anche se non ne avevo idea. Ho spiegato la famiglia leptonica, anche se non ne avevo idea. Ero molto entusiasta del mio futuro come fisico e cosmologo di particelle educato ad Harvard.

Ho lasciato East L.A. per il college perché qualcuno come me era libero di farlo. Con ciò intendo dire, un buon sostenitore del test, qualcuno a cui piaceva la scuola, qualcuno che a causa di una combinazione di fortuna e strutture sociali coloniali non era stato coinvolto nel dragnet incarcerazionista di massa.

E quando sono partito per il college, ho pensato che avrei potuto distinguermi perché avevo un aspetto diverso, ma alla fine credevo che la dieta multiculturale dei primi millenni fosse stata costantemente alimentata, che il mondo fosse migliore ora e che le barriere ci implorassero di romperli. Non capivo che mi sarei distinto perché venivo da un altro mondo, uno di colos della metro 13 e sangue e schifezze, ma anche ragazze nere e marroni con le labbra audacemente delineate in una spessa lipliner marrone e il pre-crossover Shakira che squilla rumorosamente come la gente percorreva strade con case dai colori vivaci che erano vicino ai binari del treno e alle fabbriche e ai tabelloni pubblicitari che causavano il cancro che non vedevano parole inglesi da anni. Non ho capito che mi sarei distinto nella mia comunità professionale, per anni e anni, anche oggi, perché mi rifiuto di decidere che non sono più quel mondo, che quelli non sono il mio popolo, anche se è stato la metà la mia vita ora da quando l'ho vissuta. Non sapevo quanto mi sentissi solo e il dolore che avrei provato man mano che la mia capacità di parlare spagnolo si dissipava, che le mie uniche opportunità di parlarne sarebbero arrivate, mentre salivo nel mio mondo professionale, visite sempre più frequenti a quattro e gli hotel a cinque stelle (come quello in cui mi trovo in questo momento) sono stati impiegati ai livelli più pagati da persone che vivono in quartieri come l'East Los in cui sono cresciuto: El Sereno, Lincoln Heights e Eagle Rock.

Ad Harvard, ho imparato a indossare J. Crew quando avevo bisogno di un aspetto professionale. Dopo Harvard, ho imparato a indossare grandi orecchini a cerchio non solo perché è così che facciamo, ma perché è così che ho messo consapevolmente dei comitati di assunzione sul mio impegno politico nei confronti delle donne nere e della donna nera. Ho anche imparato a nominare l'accademia come un luogo in cui viene prodotta la classe dirigente, a volte attraverso la guerra psicologica, anche se è anche un luogo in cui apprendiamo cose meravigliose come il fatto che nell'acqua della nebulosa di Orione produce naturalmente dei padroni, che sono i versione radio dei laser.

Le persone con cui sono andato al college mi dicono che East LA sta diventando cool adesso. Questo mi riporta al mio io di 16 anni, e il giorno in cui sono entrato ad Harvard, lo stesso giorno in cui due ragazzi bianchi della mia classe mi hanno fatto sedere e mi hanno detto che, indipendentemente da dove andassi al college, sarebbero sempre stati meglio di me. Probabilmente ero nel quartile inferiore della mia classe del liceo socioeconomicamente, e per questo il mio sogno di diventare uno scienziato era anche una fantasia di vendetta e una fantasia di trionfo: volevo tornare a casa un eroe, la ragazza locale che andò ad Harvard e tornò con la magia della fisica delle particelle nelle sue mani.

I sogni vengono rinviati. Il mese scorso, quando sono diventata la prima donna nera della storia a ricoprire una posizione di facoltà in cosmologia teorica, non avrei potuto essere geograficamente e culturalmente più lontana dal grande ritorno a casa che ho sognato. E ci sono voluti 8 anni dopo che il mio dottorato era stato assegnato prima che qualsiasi istituzione di Los Angeles riconoscesse che c'era qualcosa di valore nella mia storia e nel mio lavoro.

È strano ricordare come tutto ciò mi abbia fatto sentire - e ricordare tutti i miei sentimenti su ciò che è un posto universitario terribile e spesso offensivo - mentre le persone sono rinchiuse in gabbie gelide a Brooklyn e in Texas e mentre i bambini vengono scomparsi da il Dipartimento di sicurezza nazionale e quella che chiamo "la parte cattiva" dei servizi sanitari e umani (che ha altri uffici che svolgono importanti lavori di salvataggio). Sotto molti aspetti conduco la vita di un token di grande successo. Guadagno molto di più di quanto mi abbia cresciuto mia madre e sono stato riconosciuto dalla stampa come una donna di colore che sta cambiando il volto della scienza. Le donne di colore sono più numerose in fisica degli uomini neri con un rapporto di 2: 1, e le persone di colore in generale sono più numerose di quelle bianche a un ritmo che non sono riuscito a farmi calcolare. La mia presenza sul campo rappresenta una barriera rotta, e spesso sento che ho rotto quella barriera a mani nude, anche se so che gli antenati hanno iniziato il lavoro molto prima che io nascessi.

Sinceramente, non credo che ci sia un college o un'università o un posto di lavoro capitalista che sia davvero un posto salutare per le donne di colore. Più dolorosamente, il mio successo personale non porrà fine al razzismo strutturale che tiene in povertà così tante persone di colore, in particolare le donne di colore single e i loro figli, e non fa nulla per combattere la cancellazione della classe operaia Latinidad in Boyle Heights e Eagle Roccia.

Naturalmente, l'ultimo anno non è la prima volta nella storia delle Americhe che i bambini sono stati separati dai loro genitori in gran numero. In un esempio, i miei antenati africani furono forzatamente separati dai loro genitori e fratelli durante, prima e dopo il passaggio centrale. Le famiglie sono state distrutte anche nella ricerca della libertà. Sojourner Truth ha dovuto lasciare la maggior parte dei suoi figli quando se ne è andata per la libertà. Parliamo di Harriet Tubman usando la conoscenza dell'astronomia seguendo la zucca bevente - la grande costellazione di mestoli - per fare viaggi pericolosi sotto la linea Mason-Dixon per condurre le persone verso la libertà, e forse non sottolineiamo abbastanza che più di una di quelle viaggi era per liberare i membri della sua famiglia.

Oggi, i bambini e i loro genitori hanno marciato miglia e miglia sotto le stesse stelle che Harriet Tubman utilizzava per navigare, cercando anche rifugio e libertà dalla violenza. Mentre la violenza che questi rifugiati centroamericani neri, indigeni e bianchi affrontano ha contorni storici diversi rispetto alla violenza della schiavitù dei castelli, il fatto di correre per la tua vita con ogni mezzo necessario, anche a piedi, è qualcosa che hanno in comune.

Non credo che possiamo parlare delle meraviglie del cielo notturno senza parlare del fatto che le persone corrono per la propria vita sotto le stesse strutture celesti a cui sono pagato per pensare ogni giorno. Non voglio aspettare di scoprire come finisce questa storia se non ci intromettiamo perché lo so, e come un ebreo nero si sente in ogni fibra del mio essere, cosa è successo quando i tedeschi hanno fatto lo stesso.

È importante essere chiari sul fatto che i diritti umani non riguardano solo cibo, acqua, alloggio, assistenza sanitaria e parità di trattamento ai sensi della legge. Quando ho avuto la mia prima possibilità di andare ad osservare in una grande struttura del telescopio, un dottore di ricerca appena coniato e un collega del MIT, ho visto un cielo notturno nel deserto cileno di Atacama che mi ha cambiato la vita. Avevo due gradi in astronomia e potevo dirti quante stelle ci sono nella Via Lattea (circa 100 miliardi) e fino a quella visita, non avevo davvero idea di quante stelle ci fossero nel cielo. Fu durante quella visita che mi resi conto che l'accesso a un cielo notturno oscuro - vedere l'universo così com'è - doveva essere un diritto umano, un diritto che ai bambini nelle aree urbane di solito viene negato.

E non mi perdo nemmeno che la lotta per la gentrificazione nella parte orientale di Los Angeles coinvolga i poveri che hanno in gran parte patrimoni geografici molto simili a quelli che il governo desidera bloccare e mettere in gabbia al confine. Spesso le argomentazioni sulla diversità scientifica sono fatte in nome di persone eccezionali tra quelle brutalizzate. Gli scienziati chiedono: e se un bambino rifugiato potesse risolvere la materia oscura se solo dessimo loro una possibilità? Questa definizione riguarda in definitiva il valore discorsivo che il bambino rifugiato serve alle economie intellettuali americane, troppo vicino alla logica della schiavitù per il mio conforto. Ti invito a unirti a me nel rifiutare questo quadro. Invece, chiediamo la fine delle condizioni che inducono le persone a fuggire per la propria vita. Dobbiamo mettere in discussione il valore dei confini e negare - completamente - il valore dei muri, sia qui che in Palestina. Chiediamo diritti umani a tutti, incluso il diritto di conoscere e comprendere il cielo notturno, non come il contesto di ricerche disperate e pericolose di libertà, ma come il luogo meraviglioso che contiene le risposte a come siamo venuti per esistere.