Di Peter Byrne

I filosofi della scienza non sono noti per essere d'accordo tra loro - la contrarietà fa parte della descrizione del lavoro. Ma per migliaia di anni, da Aristotele a Thomas Kuhn, coloro che studiano cos'è la scienza si sono categoricamente classificati in due campi fondamentali: "realisti" e "anti-realisti".

In termini filosofici, "anti-realisti" o "empiristi" intendono la scienza come investigare le proprietà di oggetti osservabili attraverso esperimenti. Le teorie empiriche sono vincolate dai risultati sperimentali. I "realisti", d'altra parte, speculano più liberamente sulla possibile forma del mondo inosservabile, spesso ...