Il mondo sarebbe migliore senza dolore e sofferenza?

Foto di Raj Eiamworakul su Unsplash
“Chi impara deve soffrire. E anche nel nostro sonno il dolore che non può dimenticare cade goccia a goccia sul cuore, e nella nostra stessa disperazione, contro la nostra volontà, ci viene saggezza dalla terribile grazia di Dio. “
Eschilo - drammaturgo greco antico

Viviamo in un momento così interessante; un tempo in cui tecnologia e scienza ci stimolano con le promesse di un mondo che cambia. Potremmo vedere un giorno di energia infinita. Potremmo vedere un momento in cui i computer e le macchine faranno tutti i compiti banali, liberandoci per attività più elevate.

Alcuni addirittura ci promettono la libertà dal dolore e forse dalla morte un giorno. Sebbene queste promesse possano essere lontane in futuro, oggi la scienza ci sta trasmettendo dolore e disagi. Il lavoro medio che un essere umano non comporta più il lavoro alla schiena per la maggior parte. Abbiamo anche farmaci che eliminano dolori e dolori con una pillola veloce.

Ho avuto uno strano pensiero mentre un giorno mi si stava girando nel cervello. Il mondo sarebbe effettivamente migliore senza dolore e sofferenza?

La reazione iniziale potrebbe essere quella che potrebbe essere la domanda più stupida di tutti i tempi. Sì, ovviamente il mondo sarebbe migliore senza dolore e sofferenza! Che tipo di strambo morboso chiederebbe una cosa del genere?

A prima vista, sembra una domanda strana da porre. Ma, mentre ci pensavo sempre di più, alla domanda non viene data risposta da una rapida reazione istintiva. Il dolore e la sofferenza svolgono un ruolo importante nello sviluppo umano.

Esempi pratici di benefici dal dolore e dalla sofferenza

David Goggins da grande a piccolo - https://davidgoggins.com/about/

“Tutta la nostra vita è organizzata nel percorso di minor resistenza. Non vogliamo soffrire. Non vogliamo provare disagio. Quindi per tutto il tempo in cui viviamo la nostra vita in una zona molto confortevole. Non c'è crescita in questo. - David Goggins

Il libro di David Goggins “You Can't Hurt Me” è una lettera d'amore per il dolore e la sofferenza. David scrive di una vita che ha condotto che contiene abbastanza dolore e sofferenza per almeno sei volte. Da bambino, David veniva regolarmente picchiato da un padre violento. Lui e sua madre un giorno avrebbero dovuto fuggire e ricominciare la vita senza nulla.

David si ricostruiva regolarmente, lottava per raggiungere un obiettivo e poi falliva di nuovo. In molte interviste continuerebbe a dire che se tu rappresentassi la sua vita su un grafico lineare, non era un angolo fisso verso l'alto; era più un zig zag su e giù.

David avrebbe continuato a chiamare questi eventi di lotta "chiamando la mente". Nel modo in cui la pelle sviluppa un duro livello di protezione attraverso l'uso e l'abuso, ha visto la mente sviluppare la stessa protezione.

David avrebbe continuato a passare la settimana infernale di Navy SEAL 3 volte. Inoltre, avrebbe superato il test della scuola dei ranger dell'esercito. Avrebbe anche battuto il record del Guinness World per chin up - poco più di 4000 in 24 ore. Avrebbe anche lasciato cadere oltre 100 libbre in un arco di 3 mesi a un certo punto della sua vita. Se ciò non bastasse, più tardi nella vita avrebbe gareggiato in ultra-maratone dove avrebbe corso oltre 100 miglia in una sola gara.

David avrebbe raccolto le esperienze di lotta attraverso il dolore e le sfide e le avrebbe messe in un "vaso di biscotti" mentale. A volte, quando stava lottando per completare un'attività, tirava fuori un biscotto mentale da questo barattolo. Questo cookie è stato un ricordo in cui ha completato qualcosa di difficile. Questo ricordo di aver sconfitto una sfida lo avrebbe spinto in avanti attraverso la lotta attuale.

Ci sono innumerevoli altri esempi di personaggi famosi viventi e storici che hanno usato la lotta per svilupparsi in qualcosa di incredibile. Per questi personaggi, il dolore e la sofferenza erano una sorta di scuola. Se questa scuola di dolore e sofferenza non offrisse lezioni, il mondo avrebbe avuto il beneficio di queste persone incredibili?

Forse, ma di nuovo, forse no.

Il padre fondatore e inventore americano Ben Franklin una volta disse: "Sono per fare del bene ai poveri, ma ... penso che il modo migliore per fare del bene ai poveri, non sia renderli facili nella povertà, ma guidarli o scacciarli . Ho osservato ... che più disposizioni pubbliche sono state fatte per i poveri, meno hanno provveduto a se stesse e ovviamente sono diventate più povere. E, al contrario, meno veniva fatto per loro, più lo facevano per se stessi e diventavano più ricchi ”.

Che terribile bastardo senza cuore!

Le persone possono pensare al famoso Benjamin Franklin quando pensano a lui adesso. Ma Ben era uno dei 17 bambini. Come puoi immaginare, avevano problemi di soldi. L'istruzione formale di Ben è terminata verso le 12. Tuttavia, se leggi le sue liste di risultati, a quanto pare non ha mai smesso di imparare.

Ben non era senza cuore con il suo commento, stava spiegando la sua vita. Come la lotta lo ha spinto verso una fine migliore.

Nel caso di Goggins, ti direbbe che non avrebbe mai raggiunto le vette del successo senza tutte le lotte che ha dovuto affrontare. Comfort lo soffocò e interruppe la sua progressione in avanti.

I benefici psicologici del dolore e della lotta

Professoressa Angela Duckworth - Screen Capture From Her Tedtalk

Nel suo discorso di Ted, la professoressa Angela Duckworth spiega come ha lasciato una carriera di consulente di gestione insoddisfacente per insegnare matematica in prima media. È rimasta affascinata da ciò che ha reso un bravo studente. Ha immaginato che gli studenti con il QI più alto e i migliori background avrebbero fatto il meglio.

Stranamente, non era così. Vedeva regolarmente studenti con punteggi QI inferiori superare quelli che erano più intelligenti sulla carta. Anche il contesto socioeconomico non ha sempre avuto importanza. Alcuni studenti provenienti da meno soldi batterebbero anche i loro moli più ricchi.

Sarebbe tornata al college per studiare psicologia, i suoi studi si sono concentrati sulla grinta. Angela chiama grinta "passione e perseveranza per obiettivi a lungo termine" e "resistenza per rimanere sempre con qualcosa".

Angela avrebbe studiato studenti nel sistema scolastico pubblico di Chicago. Avrebbe seguito una raccolta di studenti durante la loro carriera scolastica per vedere cosa effettivamente finiva la scuola. Ha confrontato gli studenti a livello di reddito, sicurezza e voti. Tutte quelle statistiche non erano un buon predittore di chi sarebbe andato a laurearsi. Tuttavia, c'era un'ultima statistica che di solito poteva individuare chi avrebbe completato la propria scolarizzazione - grinta.

Angela avrebbe continuato a studiare i cadetti a West Point e avrebbe trovato la stessa cosa. Gli studenti che hanno ottenuto un punteggio elevato in base a un fattore di grinta generalmente avrebbero continuato a finire.

Eccellente, ora come si costruisce la grinta? Angela ammette, non lo sa. Tuttavia, raccomanda il lavoro del Dr. Carol Dwek.

Circa 30 anni fa il dott. Dwek si interessò a ciò che fece sì che alcuni studenti rimbalzassero dai fallimenti e altri cadessero a pezzi dalla più piccola deviazione. Continuerebbe a creare il termine mentalità di crescita e mentalità fissa. Nei suoi studi su migliaia di bambini, ha scoperto che coloro che credevano di poter diventare più intelligenti hanno capito che un maggiore sforzo avrebbe aumentato la loro intelligenza.

Solo la convinzione che il lavoro potrebbe creare intelligenza spingerebbe i bambini a lavorare di più e quindi a raggiungere. Quindi pensare in modo diverso può cambiare il comportamento, che è una mentalità di crescita.

La dottoressa Dwek ha anche condotto una serie di casi di studio in cui ha modificato il modo in cui gli insegnanti hanno parlato agli studenti e li hanno elogiati. Ha cambiato la lingua dal dire a tutti i bambini che erano intelligenti a lodare i loro sforzi. Quando i bambini hanno lavorato e provato, sono stati elogiati.

I risultati furono drammatici in molti casi. In un caso alla scuola elementare Fisk, sono passati da una media dei punteggi in matematica ad essere elogiati dallo stato del Massachusetts per i grandi risultati nell'arco di 4 anni.

Sia il professor Duckworth che il dott. Dwek studiano i risultati. Duckworth scopre che grinta e tenacia indicano chi ci riuscirà. Il dottor Dwek ritiene che coloro che credono di poter migliorare la propria intelligenza attraverso il lavoro, lavoreranno di più e realizzeranno. Entrambi a modo loro confermano che le lotte migliorano lo studente.

Dubito che i soggetti di Duckworth che mostrassero grinta la trovassero magicamente. Probabilmente è stato creato nel corso di anni di lotta di qualche tipo. La dottoressa Dwek ha trovato il modo di convincere i suoi sudditi a cercare sfide e lotte. Quando hanno lavorato e lottato, sono migliorati.

La protezione aumenta le allergie

Immunologo di Stanford Kari Nadeau

Si ritiene che 32 milioni di americani abbiano allergie alimentari. Si ritiene inoltre che 1 bambino su 13 abbia anche una sorta di allergia alimentare. In una recente intervista sul podcast di After-On, l'immunologo Kari Nadeau ha spiegato nuove scoperte che la scienza sta fornendo sull'esplosione di allergie alimentari.

Secondo Nadeau, almeno in parte il rapido aumento è stato creato da precedenti sforzi per combattere le allergie, che lei chiama "negligenza benigna". Nel nostro sforzo di mantenerci puliti ed evitare possibili allergeni, l'umanità li ha effettivamente aumentati.

Spiega che quattro D hanno qualcosa a che fare con il recente boom delle allergie.

  • Sporco
  • Cani
  • detergenti
  • Diversità di dieta

Nadeau afferma che i bambini hanno una minore esposizione ai batteri trovati nello sporco nella prima infanzia. Si riferisce agli studi condotti dopo la caduta del muro di Berlino, dimostrando che i tedeschi dell'est avevano meno asma e allergie rispetto ai tedeschi dell'ovest. Si pensava che i tedeschi dell'est, essendo più agrari, avessero più esposizione al suolo su base giornaliera e meno esposizione alla vita nelle grandi città.

Lei menziona anche che negli studi è stato scoperto che i bambini esposti ai cani in tenera età tendono anche ad avere allergie più basse man mano che invecchiano.

Ora laviamo i vestiti più spesso di quanto abbiamo mai fatto. Nel nostro sforzo di mantenerci puliti, spiega che le allergie possono svilupparsi in seguito all'esposizione a determinati detergenti in tenera età.

Nadeau continua anche a spiegare come la comunità di immunologia abbia commesso grossi errori nei primi anni 2000. In questo periodo, la comunità scientifica raggiunse il consenso sul fatto che il modo migliore per combattere le allergie infantili fosse evitare che un bambino potesse essere un allergene. Fondamentalmente, hanno detto ai genitori di non dare ai loro figli noccioline, latte, uova e gamberetti fino a quando non avessero compiuto 2 o 3 anni.

La comunità immunologica riteneva che ciò avrebbe dato al sistema immunitario dei bambini il tempo di svilupparsi abbastanza per gestire questi alimenti. Nadeau ammette ora che era totalmente arretrato rispetto a ciò che la comunità predica ora. Insegnano la diversità alimentare in tenera età. Questo precedente consiglio potrebbe aver effettivamente causato un aumento delle allergie alimentari.

Il dottor Gideon Manca un professore di allergia pediatrica al King's College di Londra ha notato qualcosa di strano. I bambini in Israele hanno bassi tassi di allergie alle arachidi. In uno studio del 2008, ha scoperto che i bambini ebrei in Gran Bretagna avevano una probabilità 10 volte maggiore di avere allergie alle arachidi rispetto ai bambini ebrei in Israele.

Qual è stato l'elemento magico che sembrava fare la differenza? Uno spuntino di arachidi chiamato Bamba.
Bamba - Foto da Nsaum75 su Wikipedia Commons

Secondo il Ministero dell'Economia e dell'Industria in Israele, il 90% delle famiglie israeliane acquista e consuma questa merenda alle arachidi. Anche Israele non proibisce che le arachidi vengano portate in classe.

Secondo ulteriori studi condotti dal Dr. Lack in Gran Bretagna, i bambini esposti alle arachidi in tenera età avevano meno probabilità di sviluppare allergie al cibo quando invecchiano. Questi studi hanno scioccato la comunità dell'immunologia e hanno cambiato il loro obiettivo di evitare l'esposizione.

La scienza dell'immunologia nel tentativo di proteggerci dall'evasione, in realtà potrebbe aver causato un aumento delle allergie. Secondo gli studi moderni, il modo migliore per rafforzare il nostro sistema immunitario è di esporlo a un pericolo di questo tipo nelle primissime età possibili.

Un caso di dolore e sofferenza?

Nel nostro sforzo di creare un mondo perfetto, la scienza potrebbe un giorno creare una vita senza dolore e sofferenza. Per quanto folle possa sembrare, questa potrebbe non essere una buona cosa. Una vita di comfort sempre presente sembra meravigliosa, ma ci sono benefici per il disagio e il dolore.

  • Troviamo questi benefici in esempi di vita pratica. Come menziona David Goggins, la sua esposizione al disagio lo ha fatto crescere. Ben Franklin menziona anche che il disagio può indurre qualcuno a voler migliorare la propria situazione.
  • Troviamo questi benefici in psicologia. Il professor Duckworth spiega i vantaggi della grinta nel raggiungimento degli obiettivi. Dr. Dwek spiega anche attraverso il cambiamento dei processi di pensiero, sarà più probabile lavorare e affrontare le sfide da migliorare. Entrambi gli psicologi ammettono intrinsecamente attraverso i loro studi che la lotta è una buona cosa e spingerci attraverso crea benefici.
  • Troviamo questi benefici nell'immunologia. Nel tentativo di evitare il disagio delle allergie, questa particolare comunità scientifica potrebbe aver effettivamente causato il contrario. Si scopre che l'esposizione a sporcizia, cani e alimenti che possono causare piccoli disagi effettivamente giova al sistema immunitario.

Nel nostro sforzo di migliorare continuamente le nostre vite attraverso la scienza, forse dovremmo lasciare un vuoto per il dolore e il disagio. Il nostro stesso successo, salute e stato mentale possono dipendere da questo.

Grazie per aver letto le mie divagazioni. Se ti è piaciuto quello che hai letto, per favore condividi. Quanto sei grintoso? Fai il test della scala di grinta di Angela Duckworth.