Andare su scale di distanza sempre più piccole rivela visioni più fondamentali della natura, il che significa che se possiamo comprendere e descrivere le scale più piccole, possiamo costruire la nostra strada per una comprensione di quelle più grandi. (ISTITUTO PERIMETRO)

Non hai bisogno di un eroe scientifico per amare la scienza

Come individui, noi scienziati siamo tutti imperfetti. Ma l'impresa della scienza supera le nostre carenze individuali.

L'impresa della scienza è forse il più grande risultato di tutta la storia umana. Dall'apparente caos delle nostre vite terrestri, siamo riusciti a determinare le leggi fondamentali e universali alla base di tutta la realtà. Sappiamo da cosa è composto ogni oggetto macroscopico, fino alle più piccole particelle indivisibili che esistono in natura. Comprendiamo il modo in cui interagiscono e possiamo descrivere con precisione le forze che sorgono tra di loro.

Sappiamo da dove proviene l'Universo, come si è evoluto per essere com'è oggi e dove sta andando in futuro. Sappiamo come si formano i pianeti attorno alle stelle, quali sono le condizioni per la vita e, una volta iniziata, come persiste e si evolve per miliardi di anni. Per la prima volta nella storia umana, alla questione della provenienza della nostra realtà fisica - una domanda di lunga data per filosofi, poeti e teologi - è stata data una risposta definitiva: dalla scienza.

Le prime fasi dell'Universo, prima del Big Bang, sono quelle che hanno creato le condizioni iniziali da cui tutto ciò che vediamo oggi si è evoluto. Questa è stata la grande idea di Alan Guth: l'inflazione cosmica, che ha dato origine, dopo 13,8 miliardi di anni di evoluzione cosmica, all'Universo in cui abitiamo oggi. (E. SIEGEL, CON IMMAGINI DERIVATE DA ESA / PLANCK E LA FORZA DI ATTIVITÀ DI INTERAGENZA DOE / NASA / NSF SULLA RICERCA DEL CMB)

Questi risultati non sono stati ottenuti da una sola persona, non importa quanto intellettualmente fossero dotati. Né Newton né Einstein né Feynman né Hawking sapevano tutto. Inoltre, tutti avevano gravi difetti sia per quanto riguarda la loro carriera professionale che la loro condotta interpersonale. Mentre ci sono moltissime figure che possono essere d'ispirazione per te, personalmente, nessuna di esse può resistere alle meraviglie raggiunte dall'impresa stessa della scienza.

La capacità di investigare qualsiasi fenomeno naturale in modo quantitativo - di sottoporlo a esperimenti scientifici, misurazioni e osservazioni in modo controllato e ben calibrato - ci consente di capire come ogni sistema fisico risponde in una varietà di condizioni. Valutando e investendo in tale comprensione e applicando ciò che apprendiamo alle decisioni politiche che prendiamo, possiamo costruire una società superiore a quella che abbiamo ora. In un certo senso, abbiamo già capito bene.

La polizia blocca il traffico sulla Glenn Highway in direzione sud a nord di Anchorage, in Alaska, in risposta a gravi danni all'autostrada causati vicino a Mirror Lake da un terremoto di magnitudo 7,0 alle 8:29 del 30 novembre 2018. Il sisma ha causato ingenti danni strutturali ad Anchorage e nei dintorni comunità, ma non ci sono state perdite di vite umane o lesioni gravi. (Getty)

Il 30 novembre 2018, un terremoto potenzialmente catastrofico ha colpito Anchorage, in Alaska. Il terremoto di magnitudo 7,0 ha colpito solo 7 miglia a nord di Anchorage, la città più grande e popolosa dell'Alaska. Le strade furono fatte a pezzi, gli edifici tremarono e dondolarono, i soffitti caddero e le tubature si spezzarono e molto altro ancora. Sono stati ben documentati gravi danni alle infrastrutture, nonché gravi danni a molte case ed edifici. Per un breve periodo, ci fu anche un avvertimento sullo tsunami, sebbene questo fu cancellato poco dopo.

Eppure c'era un incredibile rivestimento d'argento, nonostante più energia venisse rilasciata in questo terremoto che nelle bombe atomiche usate contro il Giappone nella seconda guerra mondiale. Nessuno è stato ucciso. Nonostante tutti i danni alla proprietà, la forza del sisma e la vicinanza dell'epicentro a una città di circa 300.000 persone, non vi furono morti per questo terremoto. Il motivo per cui è un enorme trionfo della buona scienza utilizzato per fare una buona politica.

I danni causati dal terremoto in Alaska del 1964, di magnitudo 9,2, hanno provocato oltre 100 morti e oltre 100 milioni di dollari di danni materiali. Ponti, ferrovie, strade, attrezzature, edifici e altro sono stati distrutti, portando all'adozione di radicali cambiamenti politici per rendere un ancoraggio ricostruito molto più resistente contro inevitabili futuri disastri naturali. (USGS)

Nel 1964, il più grande terremoto registrato nella storia del Nord America colpì il principe William Sound in Alaska, raggiungendo magnitudo 9,2 sulla scala Richter. Il danno è stato catastrofico, ma ben documentato dall'USGS. Un totale di 139 persone sono morte per quell'evento, tra cui il conseguente tsunami che ha causato morti fino alla California. Mentre sono stati causati oltre $ 100 milioni in danni alla proprietà, è stato compiuto uno sforzo di ricostruzione concertato, sono stati costituiti il ​​Centro di allarme tsunami della costa occidentale e dell'Alaska, e sono stati messi in atto nuovi codici e applicati per la costruzione.

Ma questa volta, gli edifici di Anchorage erano conformi ai codici di costruzione rinnovati. Sono stati forniti consigli (e attenzione) per quanto riguarda i luoghi su cui non è possibile costruire. Le modifiche apportate alla suddivisione in zone e ai codici di costruzione, come direttamente informato dalle scoperte scientifiche, sono state fondamentali per la capacità di resistenza di Anchorage di fronte a un prevedibile disastro naturale.

Il terremoto di San Francisco del 1989, il cui epicentro si trovava a Loma Prieta, uccise 57 persone e causò danni alla proprietà per oltre 5 miliardi di dollari, incluso l'edificio crollato mostrato sopra. Sebbene San Francisco e molte altre città della California sperimenteranno sicuramente simili terremoti in questo modo in futuro, molto poco è stato implementato in termini di regolamenti raccomandati dall'USGS sulle restrizioni di costruzione e di residenza. (JONATHAN NOUROK / AFP / GETTY IMMAGINI)

Ciò è in netto contrasto con molte altre località che non hanno adottato tali misure. Il disastro dell'uragano Katrina ha avuto un impatto tanto forte quanto lo era perché non esisteva una legislazione per bloccare la costruzione di residenze a rischio estremo di distruzione in caso di uragano. I terremoti della California, come il terremoto di Loma Prieta del 1989 e il terremoto di Northridge del 1994, furono entrambi terremoti di magnitudo inferiore rispetto al sisma di Anchorage di novembre, ma uccisero più di 50 ciascuno e provocarono miliardi di danni alla proprietà.

Ancora più spaventosamente, c'è un'epidemia che affligge migliaia di ex minatori di carbone: una forma avanzata di malattia del polmone nero. Come riporta NPR, i regolatori erano assolutamente pronti a fermarlo: i rischi erano noti, le informazioni erano facilmente disponibili e la scienza era travolgente. Ma poiché non l'abbiamo ascoltato, migliaia soffrono. Coloro che sono afflitti sono condannati a morire in modo estenuante, doloroso, debilitante.

Nel 1981, i minatori di carbone hanno protestato dopo che migliaia si erano radunati presso la sede della United Mineworkers per avvertire il presidente Reagan che non avrebbero tollerato i suoi tagli proposti ai minatori con la malattia del polmone nero. 35 anni dopo, un'indagine ha rivelato che mentre solo 99 casi di malattia polmonare nera avanzata sono stati segnalati dal programma di monitoraggio federale incaricato, più di 2.000 minatori di carbone ne soffrono. (Getty)

Questi due esempi sono in netto contrasto tra loro. Nel caso di Anchorage, i rischi erano noti, ben documentati e apprezzati dal governo. La legislazione è stata scritta in legge che ha reso illegale per i cittadini, le industrie e le società intraprendere azioni rischiose che avrebbero sicuramente comportato danni eccessivi alla proprietà e perdita della vita quando si sarebbe verificato l'inevitabile. Mentre individui come Bill Leith dell'USGS sono stati fondamentali per elaborare raccomandazioni politiche scientificamente valide, ci sono voluti una serie di individui che lavorano tutti insieme per trasformare tali raccomandazioni in leggi.

Tuttavia, in molti altri casi, tali raccomandazioni vengono ignorate, urlate o contrastate con una campagna di disinformazione. Quando confusione e dubbio possono essere seminati con successo, la scienza può essere svalutata a favore di altri interessi. In molti casi, dalla sicurezza pubblica alle pratiche agricole alla gestione del nostro ambiente e delle risorse naturali della Terra, questa è probabilmente la norma dell'umanità.

Mousuni, un'isola del Delta del Sundarban del Golfo del Bengala sta affondando insieme a molte altre isole simili della regione del Delica di Sundarban a causa dei cambiamenti climatici e delle inondazioni (SUSHAVAN NANDY / BARCROFT IMAGES / BARCROFT MEDIA)

Aspirare a lavorare nella scienza significa aspirare ad aumentare la conoscenza e la comprensione che abbiamo del mondo e dell'Universo che ci circonda. Un aumento della conoscenza umana deve sempre essere apprezzato, anche se la conoscenza che acquisiamo è in contrasto con ciò che speravamo di scoprire. Scienza significa sfidare le tue assunzioni, non dare nulla per scontato, dubitare costantemente e rivalutare le tue conclusioni di fronte alla crescente serie di dati disponibili.

In una società che valorizzava la scienza, ciò si traduceva in politiche ben informate dalla scienza. Ogni volta che c'è una decisione politica da prendere, accettare i fatti scientifici di una situazione dovrebbe essere un prerequisito per ottenere un posto al tavolo. Uno non può sempre valutare l'interesse scientifico rispetto agli interessi economici o umani che saranno interessati, ma svalutare la scienza non lo rende meno vero. Lo ignoriamo a nostro rischio e pericolo, e abbastanza spesso, a nostro danno.

Una previsione teorica di come sarebbe il modello di luce ondulata attorno a un oggetto sferico, opaco. Il punto luminoso nel mezzo era l'assurdità che aveva portato Poisson a scartare la teoria delle onde, come aveva fatto Newton più di 100 anni prima. Nella fisica moderna, ovviamente, ci sono molti fenomeni di luce che possono essere accuratamente descritti solo dalla meccanica delle onde. (ROBERT VANDERBEI)

Anche la scienza richiede cure, in quanto è molto facile escogitare una teoria che sembra avvincente, potente e che tuttavia risulta terribilmente errata. Fa parte del metodo scientifico tentare esaustivamente di identificare ogni possibile fonte di errore, distorsione o fattore di confondimento che può essere presente ogni volta che studiamo un fenomeno naturale.

Tuttavia la scienza stessa è intrinsecamente uno sforzo umano ed è quindi facilmente distorta dai nostri fallimenti individuali. Newton potrebbe essere stato un genio influente, ma il suo disgusto per la teoria ondulatoria della luce ha fatto avanzare i nostri progressi in quell'arena di generazioni. Einstein potrebbe essere stato lo scienziato più geniale di tutti, ma la sua incapacità di accettare la nostra realtà quantistica in quanto è veramente impatta ancora oggi molti scienziati. Per quanto riguarda la scienza, i fallimenti di ogni singolo influente scienziato diventano evidenti in qualsiasi tipo di esame approfondito.

Ci sono, senza dubbio, ciarlatani e frodi che sfrutteranno l'ignoranza e la creduloneria altrui per il proprio guadagno, come la frode condannata Andrea Rossi, mostrata con il suo dispositivo altamente sospetto: l'e-Cat. Volere credere in un risultato o in una conclusione non sostituisce le solide conclusioni tratte dalla serie completa di prove scientifiche. (ROSSI, KULLANDER, ESSEN E L'E-CAT)

Eppure, ciò non toglie la necessità delle persone di modelli di ruolo: persone a cui puoi guardare. Alcune persone fanno un passo avanti e cercano eroi: persone che ammirano, idolatrano o addirittura desiderano che possano essere.

Non c'è nulla di intrinsecamente sbagliato nell'avere un eroe, ma non tutti lo facciamo.

L'adozione di un eroe dovrebbe comportare un avvertimento che ci implora di non divinizzarli, poiché nessuno ha vissuto una vita libera da difetti o errori. Altrimenti, rischiamo di emulare non solo i loro grandi successi, ma anche i loro grandi fallimenti e carenze. Questo è vero per qualsiasi figura che tu possa immaginare, da Freud a Feynman a Hawking e oltre.

Il fisico e autore di best seller Stephen Hawking presenta un programma a Seattle nel 2012. Nota la sua (obsoleta) affermazione che una singolarità, e il Big Bang, precedono l'epoca dell'inflazione cosmica, che è la prima epoca di cui abbiamo certezze. (AP PHOTO / TED S. WARREN)

Dovrebbe essere la scienza stessa, tuttavia, a conservare la nostra più grande ammirazione. È più di una serie di fatti, sebbene racchiuda tutto ciò che sappiamo, osserviamo, misuriamo o sperimentiamo. È più di un processo che si auto-corregge e rivaluta se stesso di fronte a nuove prove, anche se certamente lo comprende.

È come arriviamo alla nostra migliore approssimazione per la realtà stessa. La scienza ci avvicina il più possibile alla comprensione dell'intero universo. Tutti dovremmo sperare non solo di essere consapevoli di cosa sia la scienza e di come funzioni, ma anche di apprezzare come la scienza abbia migliorato le nostre vite, forse più di qualsiasi altro sviluppo umano.

Niels Bohr e Albert Einstein, discutendo di molti argomenti nella casa di Paul Ehrenfest nel 1925. I dibattiti di Bohr-Einstein furono uno degli eventi più influenti durante lo sviluppo della meccanica quantistica. Oggi, Bohr è meglio conosciuto per i suoi contributi quantistici, ma Einstein è meglio conosciuto per i suoi contributi alla relatività e all'equivalenza energia-massa. Per quanto riguarda gli eroi, entrambi gli uomini possedevano enormi difetti sia nella loro vita professionale che personale. (PAUL EHRENFEST)

Molti di noi che non hanno eroi da guardare spesso si sentono inadeguati: come se ci fosse qualcosa che manca in noi per questo. Ma è molto meglio andare in quella ricerca di auto-scoperta e diventare la migliore versione di te stesso che puoi essere, al contrario di un'imitazione economica della migliore versione di qualcun altro di se stessi. Non cercare di diventare il prossimo Einstein, Tesla, Curie o Witten; se lo fai, ti condannerai agli stessi fallimenti che incontrano (ed) nelle loro vite.

Invece, nella scienza e oltre, dobbiamo imparare a fare affidamento su qualcosa di più di noi stessi. Dobbiamo adottare l'intera gamma di conoscenze che possediamo in qualsiasi momento e prendere le migliori decisioni che possiamo basarci su tali informazioni, anche - e forse soprattutto - quando offendono la nostra sensibilità. Il progresso non è né facile né rapido e l'umanità inevitabilmente trae nuove scoperte dal bene al male.

Dobbiamo ascoltare la storia che la natura ci racconta di se stessa e l'indagine scientifica è il modo in cui lo facciamo. Che possiamo essere abbastanza umili da lasciare che sia il vero eroe che seguiamo in questa vita.

Starts With A Bang è ora su Forbes e ripubblicato su Medium grazie ai nostri sostenitori di Patreon. Ethan ha scritto due libri, Beyond The Galaxy e Treknology: The Science of Star Trek da Tricorders a Warp Drive.